Sala stampa Padova-Albinoleffe, Brevi: “Partita dominata. Dispiaciuto per il risultato ma soddisfatto dello spirito della squadra”

Sala stampa Padova-Albinoleffe, Brevi: “Partita dominata. Dispiaciuto per il risultato ma soddisfatto dello spirito della squadra”

Commenta per primo!

In diretta dalla sala stampa dell’Euganeo le dichiarazioni dei protagonisti nel post partita di Padova-Albinoleffe.

Brevi: “Partita dominata sotto tutti i punti di vista. Il calcio però è anche questo: non riuscire a vincere nonostante tutte queste occasioni da gol. Dopo aver subito il gol di Gonzi, comunque, la squadra ha reagito, mettendo l’avversario alle corde. Ma Coser è stato il migliore in campo. Poi, viste le tantissime energie spese nel secondo tempo, concedere qualcosa negli ultimi minuti ci può stare. A tal proposito, non parlerei assolutamente di beffa per l’Albinoleffe: la beffa è stata nostra. Il 3-5-2 iniziale? Sul centrodestra nel primo tempo facevamo fatica a scendere, ma viste tutte le occasioni create poco importa. Al centrosinistra è normale invece che nasca uno sviluppo di gioco diverso, date le caratteristiche d’inserimento di Dettori. Il loro gol? Bravura dell’avversario. Ma a quel punto avremmo dovuto essere già in vantaggio. L’unica occasione in cui abbiamo concesso qualcosa è stata quella finale, dopo un secondo tempo davvero dominato. Sapevamo che inserendo Altinier al posto di Filipe rischiavamo di concedere qualche ripartenza, ma l’obiettivo era segnare. In definitiva, un plauso ai ragazzi e al loro spirito. Ovvio, sono dispiaciuto per il risultato, però alla lunga è meglio produrre gioco e pareggiare una partita più che vincere non meritando. Sono aspetti che alla lunga fanno la differenza. Perché questa sera non credo ci sia mancato nulla, a parte l’imprecisione in un paio di situazioni su palla inattiva. Per il resto, gran partita di Coser e una buona dose di sfortuna. Ma, torno a ripetere, il calcio è anche questo. E sono certo di una cosa: continuando su questa strada le partite si vincono”.

Altinier: “Resta l’amaro in bocca per una partita che potevamo vincere ma abbiamo visto che alla fine abbiamo rischiato di perdere. Non è stata una gara semplice, se trovi il gol magari la partita cambia e diventa tutto più facile invece la rete l’hanno trovata loro e per noi è stato tutto più difficile. Il gol? È stata un’azione confusa perché loro in area marcavano molto stretto e non ti lasciavano respiro ma l’ho presa di testa nonostante non fossi in perfetto equilibrio. Se vogliamo fare un campionato di vertice dobbiamo vincere queste gare, ora avanti con la prossima in casa ma dobbiamo avere la mentalità giusta che ci permetta di andare a vincere anche in trasferta. L’attacco a tre della ripresa? Mi sono trovato bene, abbiamo caratteristiche diverse e secondo me ci completiamo, sarà un’arma in più per cercare di risolvere alcune partite che si riveleranno complicate”.

Bergamin: “Credo meritassimo di più, sia dal punto di vista tecnico che fisico siamo stati superiori e credo che abbiamo tenuto in mano il pallino del gioco per gran parte della gara. Poi ci è mancata la fortuna nelle occasioni che ci sono capitate sottoporta ma la prestazione è stata comunque positiva. Andare sotto dopo il primo tempo che abbiamo fatto non è stato facile ma abbiamo dimostrato carattere e voglia di recuperare il risultato e credo che con un pò più di fortuna potevamo anche fare il secondo gol e vincere la gara”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy