Sala stampa Padova-Bassano, Bisoli: “Complimenti ai ragazzi, ho avuto le risposte che cercavo”

Sala stampa Padova-Bassano, Bisoli: “Complimenti ai ragazzi, ho avuto le risposte che cercavo”

Commenta per primo!

Tra poco in diretta dalla sala stampa dello stadio Euganeo le dichiarazioni dei protagonisti al termine di Padova-Bassano.

Bisoli: “Stasera ho avuto la prova di maturità che mi aspettavo. Con qualità e intensità abbiamo messo in difficoltà una signora squadra come il Bassano. Oltretutto abbiamo avuto tante occasioni per chiudere la gara, ma il portiere avversario è stato straordinario. Abbiamo lottato su ogni pallone: se le cose stanno così, venire qui a far punti sarà difficile per tutti. Bindi, invece, è stato inoperoso. Complimenti ai ragazzi, la vittoria è più che legittima. Ora i miei giocatori si meritano i tre giorni di vacanza che avevo promesso loro. Pulzetti? Dovevo salvaguardarlo, per questo l’ho fatto giocare più vicino alla porta. Ma devo fare i complimenti a tutti. Mi ha fatto piacere anche la prestazione all’esordio di Serena. Se a noi rimane questa umiltà, il Padova a maggio sarà nelle posizioni che contano. Vedo inoltre che l’identità di questa squadra ha attecchito nel popolo padovano. I nostri tifosi fanno bene a essere felici. Questi sono segnali importanti. Anche a San Benedetto, contro la capolista, abbiamo vinto senza concedere un tiro in porta. E anche col Vicenza non abbiamo rischiato poco. Ora però voglio aprire una parentesi sul calcio di Serie C: noi abbiamo un presidente che paga puntualmente i dipendenti ogni mese. Il Modena invece sta falsando il campionato. Non gioca nemmeno domani, poi magari lo farà con noi la prossima settimana. Intanto comunque sottolineo che Samb e Pordenone, con noi ora in vetta, con gli emiliani hanno già giocato. Noi invece no. La sconfitta di Teramo? Ci ha penalizzato il sintetico, perché noi abbiamo un gioco adatto all’erba naturale. Avessimo giocato in un campo normale, sono certo che non avremmo perso. I miei ragazzi comunque non li cambierei con nessuno”. La mia corsa al triplice fischio? Ho scaricato tutta la tensione. Mi piace gioire e festeggiare coi miei giocatori, ma sempre nel rispetto dell’avversario”.

R. Bonetto: “Abbiamo giocato contro una grande squadra e abbiamo portato a casa una vittoria sofferta ma meritata. Potevamo anche chiuderla prima ma alla fine conta aver portato a casa i tre punti. Ora i ragazzi hanno bisogno di riposare un po’ perché non hanno mai tirato il fiato da inizio stagione. Siamo primi e in tre anni di Serie C e la prima volta. Ora guai a pensaredi essere arrivati, guardiamo avanti già da Modena, vedremo cosa accadrà la prossima settimana…”

Magi: “Ci siamo scontrati con la fisicità del Padova e siamo andati in difficoltà visto che noi non abbiamo gli stessi chili e centimetri. L’episodio del rigore ha certamente cambiato la gara e per noi è stato decisivo, potevamo fare qualcosa di più, sfruttare più la nostra qualità, ma sono orgoglioso dei miei giocatori che comunque contro una grande squadra e in uno stadio difficile hanno comunque venduto cara la pelle. Complimenti al Padova, ha portato la gara sui binari che preferiva e ha portato a casa la vittoria. E’ una squadra che mi ha colpito, così come la Triestina”.

Pulzetti: “Gara difficile, avevamo di fronte un grande avversario ed era importante ripartire dopo la sconfitta, seppur immeritata di Teramo. Il mio ruolo? Sono sempre a disposizione della squadra e del mister, oggi non stavo benissimo perché devo convivere con una tendinite fastidiosa ma quando sono in campo cerco di dare sempre tutto per la squadra. Bene la reazione e lo spirito messo in campo stasera, credo che la vittoria sia meritata. Nervosismo in campo? L’arbitro lasciava giocare e la gara è stata combattut, da dentro non ho capito qualche fischio ma niente di grave”.

Capello: “Bene la vittoria, anche oggi dal dischetto è andata bene. Era fondamentale ripartire dopo Teramo e siamo riusciti a portare a casa una vittoria importante. Ora siamo li davanti ma la classifica é corta e non è da guardare certo adesso. Ringrazio i tifosi che ci danno sempre un grande supporto, ora vediamo cosa succede a Modena. Una dedica? Alla mia famiglia, mi seguono sempre da Bologna, anche stasera erano in tribuna, inizio a credere che siano i miei portafortuna”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy