Sala stampa Padova-Fano. Bisoli: “Soddisfatto, ma non possiamo rischiare di rovinare tutto nel finale”

Sala stampa Padova-Fano. Bisoli: “Soddisfatto, ma non possiamo rischiare di rovinare tutto nel finale”

Commenta per primo!

Tra poco in diretta dalla sala stampa dell’Euganeo le dichiarazioni dei protagonisti al termine di Padova-Fano.

Bisoli: “Io sono un perfezionista, non mi accontento mai. Perciò non va bene rischiare di compromettere una partita nel finale. Era una gara da mettere in ghiaccio, ci sarebbe cascato il mondo addosso se avessimo subìto il 2-2, ma la prestazione della squadra la giudico comunque positiva. Credo infatti che questa sera il Padova abbia giocato bene per settanta minuti. Oggi abbiamo intrapreso la strada giusta. Bisogna ancora lavorare su alcuni aspetti, come le seconde palle e la capacità di abbassare i ritmi, ma l’atteggiamento è quello giusto. Chi entra dalla panchina però deve dare il duecento per cento. Non è facile, ma tutti lo hanno fatto questa sera. Se vogliamo mirare a qualcosa di importante, i cambi diventano fondamentali. C’è stato un momento in cui avevamo perso il centrocampo, e io ho effettuato determinati cambi per tenere su il pallone. Ma questo non è avvenuto. Ciò detto, nella vita non si può avere tutto subito. I gol? La giocata di Madonna è stata un guizzo personale e ha sbloccato la squadra dal punto di vista psicologico. La seconda rete è invece la dimostrazione che se le cose le provi, poi riesci a farle. E’ una giocata che avevamo provato almeno dieci volte venerdì. La sosta? Vedremo dopo il Vicenza se ci sarà servita. Questo gruppo comunque ha bisogno di giocare e conoscersi. E dal punto di vista fisico sia Pinzi che Belingheri sono un po’ più indietro rispetto a tutti gli altri. A novembre saremo una macchina da guerra: questa rosa è composta da giocatori che tengono molto al Padova. Il che è fondamentale, perché se non “pedali” in Serie C fai fatica”.

Roberto Bonetto: “Buona partita, finalmente è arrivata la vittoria anche se la sofferenza finale non ci voleva ma inizio a pensare che il soffrire faccia parte del DNA del Calcio Padova. Il mercato? Avevo detto che non era finito, abbiamo completato la rosa con ottimi elementi di esperienza e in questo Giorgio (Zamuner ndr) è stato bravo. Ora dobbiamo lavorare per far in modo che tutti possano rendere al meglio. Il campo? Non in ottime condizioni, la pausa arriva al momento giusto anche per il terreno di gioco che quest’estate aveva avuto dei problemi”.

Madonna: “Contento per il gol, bello e importante perché ha sbloccato una gara che sapevamo sarebbe stata tosta. Abbiamo fatto una preparazione importante per arrivare in forma nei momenti importanti del campionato. In questa fase dobbiamo soffrire un po’ per portarci a casa i 3 punti ma non dobbiamo essere noi a dare la possibilità di riaprire le partite come é successo stasera e per quello il mister si è un po’ arrabbiato alla fine. Non siamo partiti benissimo forse avevamo ancora in mente la sconfitta col Renate e abbiamo pensato inizialmente a non scoprirci troppo. Il gol ci ha scrollato di dosso un po’ di brutti pensieri e da lì in poi abniamo giocato meglio. Peccato per la sofferenza finale ma in questo momento della stagione ci sta”.

Chinellato: “Era ora che mi sbloccassi, tra l’altro è una giocata che proviamo tutti i giorni e Contessa mi ha messo una gran palla. Spero sia il primo di una lunga serie. L’intesa con Guidone? Chiaro che siamo all’inizio e dobbiamo migliorarci, ma stiamo lavorando tanto per noi e per la squadra e credo siamo sulla buona squadra. Abbiamo faticato un po’ i primi minuti, poi il gol ci ha aiutato a giocare più leggeri e il raddoppio prima dell’intervallo é stato un ottimo modo di chiudere la prima frazione. Abbiamo sofferto un po’ nella parte finale della ripresa ma in questa fase é normale non essere al cento per cento e credo che possiamo solo migliorare”.

La conferenza stampa integrale di Bisoli:

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy