Sala stampa Padova-Verona, Bisoli: “Compatti e ordinati, abbiamo vinto con merito. I nuovi? Sono giocatori veri, me li tengo stretti”

Sala stampa Padova-Verona, Bisoli: “Compatti e ordinati, abbiamo vinto con merito. I nuovi? Sono giocatori veri, me li tengo stretti”

di Tommaso Rocca

Tra poco in diretta dalla sala stampa dello stadio Euganeo le dichiarazioni dei protagonisti al termine di Padova-Verona

Bisoli: “Abbiamo cercato di giocare palla a terra e attaccare la profondità per mettere i nostri attaccanti due contro due che con le loro qualità sappiamo possono essere pericolosi e i gol sono venuti da azioni di questo tipo. Sono contento di come abbiamo fatto, Longhi è un giocatore straordinario che è stato alle porta dell’Europa League, Cherubin lo conoscevo e so che può guidare la nostra difesa, bene anche Andelkovic e Trevisan. Ho rivisto il Pulzetti della C che attacca tutti gli spazi, Bonazzoli e Mbakogu hanno qualità che non si vedono in tutte le squadre. I sette nuovi dall’inizio? Ho avuto la fortuna di vederli tutti i giorni a colazione dato che erano in albergo dove sono io, li ho martellati per bene per una settimana e credo che il lavoro mentale sia stato importante quanto quello fisico. La squadra è compatta, ha dei valori importanti, oggi contro una formazione che ha l’organico tra i primi tre della categoria abbiamo fatto una prestazione di grande intensità. Non abbiamo mai buttato la palla e abbiamo giocato come volevamo. Oggi comunque non abbiamo fatto niente, siamo solo all’inizio, ad oggi non siamo salvi e la prossima settimana abbiamo un altro derby contro una squadra che vorrà metterci sotto e che dovremo affrontare con la stessa intensità di oggi. Calvano? Può diventare un giocatore importante, ha tutto quello che serve per essere un grande centrocampista moderno, sicuramente deve crescere, spero lo faccia con il Padova. Gli altri nuovi? Faccio fatica a capire come giocatori come Cherubin, Morganella e Longhi facciano fatica a giocare in serie B, io me li tengo stretti e sono contento che siano qui. Hanno avuto percorsi simili che li hanno tenuti lontano dal campo ma oggi hanno dimostrato che sono dei signori calciatori”.

Grosso:”Abbiamo fatto una brutta partita, non abbiamo fatto quello che avevamo preparato. Usciamo dal campo con le ossa rotte, mi auguro che questa sconfitta serva ai ragazzi per capire che in questo campionato bisogna giocare sempre ad alto livello. Abbiamo perso tutti i duelli, siamo stati poco attenti sulle loro ripartenza. Non siamo riusciti a mettere in campo le nostre armi migliori, il risultato negativo non è dato solo dalle nuove motivazioni di una squadra come il Padova, non possiamo permetterci di scendere in campo senza determinazione come abbiamo fatto oggi. Dopo il primo tempo ci siamo detti di dover cambiare atteggiamento, invece siamo rientrati in campo e abbiamo fatto ancor peggio se possibile”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy