Vigilia Padova-Mantova, biancoscudati in cerca di continuità. Brevi: “Migliorare per aumentare la nostra autostima”

Vigilia Padova-Mantova, biancoscudati in cerca di continuità. Brevi: “Migliorare per aumentare la nostra autostima”

Commenta per primo!

Spesso, nel calcio, risultati e bel gioco vanno di pari passo; gli uni sono la conseguenza dell’altro. Ma sabato scorso a Gubbio, per il Padova, non è decisamente stato così. La sfida di domani pomeriggio (ore 18.30) contro il Mantova, reduce da tre sconfitte consecutive, appare dunque una ghiotta occasione per chiudere il cerchio, tornando a mostrare al pubblico dell’Euganeo i buoni meccanismi fatti intravedere in avvio di campionato e successivamente svaniti nel nulla. In quest’ottica, appare provvidenziale il rientro dalla squalifica di Alfageme, pronto a scendere in campo dal 1’ al fianco di Altinier nel consueto 3-5-2 di mister Brevi (ne abbiamo parlato qui). Per contro, tra le fila virgiliane, sono in settimana tornati pienamente disponibili Marchi e Salifu, mentre resteranno ancora ai box Caridi e Siniscalchi, con Ruopolo destinato alla panchina. Avversario dunque spuntato negli uomini e abbacchiato nel morale, questo Mantova.
Per il Padova ritrovare continuità è possibile, ma soprattutto necessario: si entra nel vivo del campionato, e le formazioni più attrezzate sono ormai all’orizzonte…
“Sì, riuscire a ripetere la vittoria di Gubbio sarebbe importante per molti motivi, in primis per la nostra autostima”, dichiara il tecnico biancoscudato nella conferenza stampa della vigilia alla Guizza. “Domani mi aspetto miglioramenti sotto il punto di vista del gioco e dell’attenzione da impiegare in campo. La partita di Gubbio sia da esempio: in Lega Pro aggressività e cattiveria sono delle costanti, quindi bisogna saper soffrire ogni settimana, gestendo ritmo e risultato. Se sapremo riconfermare lo spirito di sacrificio visto nell’ultima partita, sono convinto che i progressi anche dal punto di vista del gioco verranno di conseguenza. In settimana, comunque, abbiamo lavorato bene: la squadra era più serena perché le vittorie aiutano a lavorare al meglio. Stiamo sempre concentrati sui nostri obiettivi e cerchiamo ogni giorno di migliorare sempre di più. La formazione? Emerson in passato ha giocato da centrocampista, è un ruolo che conosce, quindi può essere una situazione utile sia dall’inizio che a partita in corso. In effetti, le sue sono caratteristiche che ci mancano in fase di costruzione e spostarlo più avanti permetterebbe anche alle mezzali di effettuare inserimenti diversi. Ma nulla è ancora deciso. Ciò che è certo è che tornerà disponibile Alfageme e da lunedì rientreranno in gruppo sia De Risio che Filipe. Era importante recuperarli entrambi, così da poter preparare con tutti gli effettivi a mia disposizione le tre partite in nove giorni che ci attendono dalla prossima settimana. Sia però chiaro: le assenze non devono essere un alibi, perché ho a disposizione una rosa ampia e con caratteristiche diverse. La sfortuna è stata che si siano fatti male tutti i giocatori abili nell’impostazione… Il Mantova? Non arriva da un buon periodo, quindi aspettiamoci una squadra arrabbiata e aggressiva. Ma c’è da dire che nelle ultime gare non meritava di perdere, per cui non facciamoci accecare dalle sconfitte che ha subìto perché rimane una formazione in salute”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy