Vigilia Venezia-Padova (Coppa Italia Lega Pro), Brevi: “Convocheremo i titolari. Reggio Emilia? Non è la prima volta che veniamo penalizzati…”

Vigilia Venezia-Padova (Coppa Italia Lega Pro), Brevi: “Convocheremo i titolari. Reggio Emilia? Non è la prima volta che veniamo penalizzati…”

Venezia-Padova, ritorno delle semifinali di Coppa Italia di Lega Pro: è già giorno di vigilia. Prevista per le ore 13.30 la conferenza stampa di mister Oscar Brevi, che presenterà i temi della gara ai campi della Guizza.

Queste le sue dichiarazioni: “Al di là della gara di Reggio, quella di domani è una partita da dentro o fuori, quindi ci teniamo a passare il turno. Abbiamo sempre cercato di fare il massimo in ogni occasione.  Ora cerchiamo di lasciarci alle spalle ciò che è accaduto domenica, anche se non è certo semplice. Dobbiamo tenere presente che il Venezia non c’entra nulla, evitando quindi di perdere la calma. Cercheremo di creare ai lagunari più difficoltà possibili. È una sfida aperta ad ogni risultato, ma non voglio vedere nei miei giocatori la foga di ribaltare subito il risultato. Ci vorrà pazienza per giocarci il passaggio del turno sfruttando le nostre caratteristiche. Per andare in finale dobbiamo segnare, ma per fortuna fino ad ora sono state poche le occasioni in cui non siamo andati in gol. La situazione degli attaccanti? De Cenco, Altinier e Neto sono a disposizione, mentre Alfageme è da valutare. Teniamo sempre presente che c’è il campionato, perché credo che il Padova abbia ancora le carte in regola per lottare in vetta. A Reggio la prestazione è stata infatti buona e abbiamo visto che ogni settimana può succedere di tutto, vedasi il Forlì con il Parma ieri sera. Comunque non credo che domani lasceremo a riposo elementi della prima squadra, defezioni permettendo. Noi più motivati del Venezia? Ormai siamo vicini al traguardo, quindi penso che anche i lagunari abbiano le nostre stesse motivazioni. Certamente nessuna delle due formazioni snobberà l’impegno. Perché non mi sono presentato in sala stampa domenica? Chiedo scusa, ma ero davvero troppo carico. Purtroppo questi sono punti che non tornano più indietro. Gli arbitri sbagliano come sbagliano tutti, ma devo dire che non è la prima volta che siamo stati penalizzati. Credo proprio che la mia squadra sia in credito da questo punto di vista. Cosa ho detto alla squadra dopo la gara? Ho fatto i complimenti ai ragazzi per la prestazione già negli spogliatoi. I possibili playoff? Si affronteranno ventotto squadre in pochi giorni, con condizioni fisiche non al meglio da parte di tutte le compagini. Per come sono strutturati bisogna avere grande forza, e noi fin qui abbiamo dimostrato di averla. Tuttavia, a quel punto cambia tutto. È una sorta di campionato a sé. La forma della squadra? Oggi siamo in condizione, ma è difficile prevedere come arriveremo tra due mesi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy