Lumezzane-Padova, Brevi: “Siamo contenti della nostra classifica ma…”

Lumezzane-Padova, Brevi: “Siamo contenti della nostra classifica ma…”

Commenta per primo!

Tre partite alla sosta, la prima delle quali domenica a Lumezzane segna anche il giro di boa del campionato. E il Padova ci arriva con in tasca il quarto posto solitario. «Per il momento siamo soddisfatti della nostra classifica – esordisce Oscar Brevi – Potevamo anche avere qualche punto in più, però ci può stare. Anche riguardando la vittoria con il Sudtirol sono gare complicate quando trovi squadre che si chiudono molto, e i ragazzi l’hanno interpretata nel modo giusto concedendo poco o niente e sfruttando al massimo le situazioni che ci siamo creati perché abbiamo attaccato la porta con più determinazione rispetto ad altre volte». Venezia capolista con sei lunghezze di vantaggio sui biancoscudati, poi Pordenone e Reggiana. Si aspettava una situazione così a questo punto della stagione? «Ho visto le ultime tre partite vinte 1-0 dal Venezia e sono state tutte sfide tirate. La squadra lagunare ha avuto qualche episodio favorevole ed è riuscito a creare un po’ di distacco».  Questo, però appare francamente il girone più difficile della Lega Pro. «Le premesse d’inizio stagione si stanno verificando, nel senso che nel nostro girone c’è molto più equilibrio. Non so se sia più forte o meno degli altri due, ma ci sono più compagini attrezzate per stare in alto, e questo comporta appunto maggiore equilibrio e anche distacchi diversi in classifica». […] Per contro il Padova è il terzo migliore attacco, e finora ha mandato a segno undici effettivi, come hanno fatto solo Venezia e Pordenone. Dove può ancora migliorare la fase offensiva? «Quando segnano tanti giocatori vuole dire che hai più soluzioni, e questo è un aspetto importante. C’è però da lavorare perché possiamo fare ancora meglio, consapevoli che ci aspettano gare impegnative. Se non riesci a sbloccarle in un certo modo, devi ricorrere alle palle inattive e agli inserimenti delle mezzali». Poi il tecnico fa una puntualizzazione sul pacchetto arretrato. «Fino a poco tempo fa era tra i migliori del campionato, a parte i quattro sigilli incassati con il Pordenone che hanno un po’ variato la media. Non è però un dato che mi preoccupa considerato che la maggiore parte dei quattro gol sono stati viziati da situazioni non imputabili solo a nostri errori» (Da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy