Maceratese-Padova, le pagelle: Bindi-Emerson muro invalicabile, Russo cecchino

Maceratese-Padova, le pagelle: Bindi-Emerson muro invalicabile, Russo cecchino

Commenta per primo!

Bindi 7: Determinante non in una, ma in ben due occasioni: la prima, sulla punizione di Quadri al 64’, la seconda, sul colpo di testa ravvicinato di Franchini all’85’. E meno male che Sabato non ha poi centrato lo specchio della porta! Quando si dice: la fortuna aiuta gli audaci…

Cappelletti 6,5: Non concede nulla, cercando anche – quando possibile – di farsi notare in avanti. Da quand’è che non sbaglia una partita?

Emerson 7: Appare a tratti monumentale per la sicurezza e l’efficacia con cui sventa le iniziative avversarie dal primo al novantesimo minuto. Senz’altro una delle sue migliori prove in biancoscudato.

Russo 7: Partita con pochissime sbavature, la sua, impreziosita dall’impeccabile battuta del calcio di rigore decisivo. Che cecchino!

Madonna 6: Non ha vita facile alle prese con l’esperto Sabato, trovando alterne fortune nelle sue scorribande sulla destra. Ha il merito di procurare il calcio di rigore, ma il gol che si divora agli sgoccioli della prima frazione non può non incidere sulla valutazione finale.

Mandorlini 6: Concilia il “lavoro sporco” con una discreta circolazione della palla, senza però trovare la giocata illuminante. Va bene così.

Berardocco 6,5: Appare già a suo agio nei meccanismi biancoscudati, gestendo bene i ritmi in regia e tentando anche la conclusione vincente nel corso della prima frazione.

(dal 78’ Mazzocco 6): Entra, cerca il gol e si lamenta (giustamente) con De Cenco per il ghiotto contropiede sciupato a pochi secondi dal termine. Che convinzione!

Dettori 6,5: Attivo, vivace, sempre alla ricerca dell’inserimento. Peccato per la scarsa lucidità in un paio di circostanze, ma di grattacapi agli avversari riesce ugualmente a crearne.

Favalli 6,5: Altra prestazione di indubbia affidabilità da parte del terzino cremonese, che si riconferma tra i top del campionato nel suo ruolo. Sale spesso e sale bene, badando al contempo a non perdere mai di vista la copertura arretrata.

Altinier 6,5: Ci prova in almeno tre occasioni, ma non riesce a timbrare il cartellino. Dimostra comunque grande intraprendenza sudando e lottando su ogni pallone, anche in fase di ripiegamento.

(dal 64’ De Cenco) 5,5: Certo, fa a sportellate con i difensori avversari, certo, cerca di mantenere alta la sfera, ma quando è chiamato a sfruttare le ripartenze delude vistosamente. Quanto egoismo nel finale nei confronti di Mazzocco!

Neto Pereira 6,5: Illumina l’attacco con i suoi suggerimenti a favore dei compagni meglio piazzati, facendo come al solito ammattire i difensori avversari. Fallisce però la stoccata dello 0-1 al 28’ da posizione a dir poco invitante. Un errore non da lui, ma che per sua fortuna al termine del match si rivela ininfluente ai fini dei tre punti finali.

(dall’87’ Alfageme s.v.).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy