Neto Pereira: “Nulla è perduto, mercoledì già pronti a rifarci. Ringrazio i tifosi, sono stati straordinari”

Neto Pereira: “Nulla è perduto, mercoledì già pronti a rifarci. Ringrazio i tifosi, sono stati straordinari”

Commenta per primo!
In casa biancoscudata non c’è tempo di recriminare, tra due giorni si torna in campo e all’Euganeo arriva la Cremonese, tappa fondamentale per poter dare un senso al finale di stagione. La sconfitta di Pordenone va dimenticata al più presto e in un certo senso la vicinanza del prossimo impegno può essere un elemento positivo come Neto Pereira dichiara al Gazzettino: “Brucia sempre perdere, ancora di più in una partita importante come quella di sabato. Purtroppo è andata così e l’abbiamo archiviata, meno male che già mercoledì ne abbiamo un’altra altrettanto importante. Tutte le nostre energie vanno ora su questa sfida, siamo consapevoli della posta in palio”. La strada verso i play-off si è fatta più in salita, anche se nulla è perduto e l’attaccante brasiliano è convinto che i biancoscudati abbiano ancora le loro chance: “Se ragionassimo diversamente saremmo dei perdenti. Abbiamo ancora le nostre possibilità e ci proveremo fino all’ultimo. A Pordenone abbiamo disputato comunque una buona prestazione, ci sono state cose positive e altre meno, e se miglioriamo quest’ultime mercoledì riusciamo a vincere”. Prima dell’allenamento di ieri mattina Pillon ha tenuto a rapporto la squadra per qualche minuto, da buon psicologo sa che questi sono i momenti più difficili come anche Neto sottolinea: “Ci ha caricati in vista della sfida con la Cremonese che è fondamentale, oltre a spiegarci alcuni errori che abbiamo commesso sabato. Ci ha parlato del fatto che nella prima parte di gara siamo stati un po’ lunghi e anche in occasione del gol potevamo fare qualcosa di più. In questi due giorni ci lavoreremo sopra per non commettere mercoledì gli stessi errori”. Dalla prova di squadra a quella personale, oltre all’assist per il sigillo di Altinier, si è tanto discusso anche per un penalty non concesso ai danni della punta carioca: “L’intesa con Cristian cresce sempre di più, è un grande attaccante d’area e bisogna metterlo nelle condizioni di poter dare il meglio. Quanto al rigore, ci stava senz’altro. Gli episodi ci sono stati sfavorevoli, però non dobbiamo crearci alibi. Pensiamo a lavorare, solo così arrivano i risultati”. Per finire un ringraziamento ai tifosi, sempre vicino alla squadra, in casa o in trasferta e anche dopo qualche delusione: “Sabato c’è stata un’altra grande dimostrazione dei nostri tifosi, sono stati straordinari. Vogliamo che continuino così perché sono fondamentali per noi e solo insieme possiamo raggiungere i nostri obiettivi”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy