Padova, attento al Pordenone: con Rossitto è rinato

Padova, attento al Pordenone: con Rossitto è rinato

di Redazione PadovaSport.TV

Il Padova ospiterà sabato sera (orario che non ha certo entusiasmato i tifosi) il Pordenone. Mister Bisoli, che farà a meno di Belingheri (squalificato), ha iniziato oggi alla Guizza a preparare la partita, contro un avversario in grande salute. Con Fabio Rossitto in panchina infatti i Ramarri sono letteralmente rinati, nelle sette gare precedenti il suo arrivo il Pordenone con Colucci in panca aveva incassato solo 3 punti. Nelle sette sotto la gestione Rossitto, Gerardi e compagni hanno vinto 3 volte (3-2 a Gubbio, 2-0 con la Fermana e 4-3 con la Reggiana), pareggiato due (0-0 con l’Albinoleffe e 1-1 a Trieste) e perso due (0-1 a Ravenna e 3-4 a Portogruaro con il Mestre) per un bottino di 11 punti che avrebbero addirittura potuto essere 16 se al Mecchia, contro la Zirolandia mestrina, Perilli non fosse incappato nella giornata più nera della sua carriera e se il match al Rocco, deciso da un rigore discutibile trasformato da Arma, fosse terminato un minuto prima del 95’. Rossitto, analizza il Gazzettino di Pordenone, ha ricostruito prima la condizione atletica della squadra, poi la sua autostima, parlando con ciascun giocatore. Infine ha cominciato a dare profondità alla manovra neroverde. Un’opera omnia che ovviamente non è ancora conclusa. Il Crociato deve lavorare sulla difesa che soffre amnesie importanti quasi ogni gara. Il gol del 4-3 di Altinier domenica è l’esempio lampante dei blackout di Stefani e compagni.

Leggi anche > Padova, Ravanelli: “Felice dello spazio concesso, Bisoli mi chiede più concentrazione”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy