Padova, Bonetto: “Voglio solo giocatori che remano dalla stessa parte. In arrivo…”

Padova, Bonetto: “Voglio solo giocatori che remano dalla stessa parte. In arrivo…”

di Redazione PadovaSport.TV

Il presidente del Padova Roberto Bonetto è tornato a parlare del cambio di allenatore e del mercato: «Innanzitutto – spiega, intervistato da Il Mattino – voglio smentire tutte le dicerie che vedono nel ritorno di Bisoli solamente una questione dettata dal risparmio economico. Non è così, non era questo il problema. Abbiamo fatto un’analisi profonda e abbiamo pensato che fosse lui la persona giusta con la quale ripartire. Il tecnico si è comportato da vero signore, lasciando alle spalle tutto ciò che era successo e accettando con entusiasmo. Io sono ritornato sui miei passi, è vero, ma solo le persone poco intelligenti non lo fanno mai. Con Bisoli ci siamo confrontati subito e abbiamo analizzato gli errori commessi». L’errore più grande, a detta di tutti, è stato quello di costruire una rosa extralarge, con ben 31 pedine. Ce la farete a restringerla? «Sì, a tutti i costi, non vogliamo ricadere nello stesso sbaglio di luglio. Esclusi i portieri, vogliamo un gruppo di 22-23 giocatori di movimento, per facilitare gli allenamenti e anche per non avere più presenze nocive nello spogliatoio. Voglio un ambiente sereno dove tutti remano dalla stessa parte. Spero che nessuno dei giocatori in uscita punti i piedi e faccia i capricci, perché se dovesse farlo resterà fuori rosa fino a fine stagione». Lei è stato molto duro ultimamente con i giocatori. Si è più confrontato con loro? «Ho solo fatto gli auguri nello spogliatoio di Livorno. Sono stato duro perché, a mio avviso, qualcuno non ha dato tutto quello che poteva dare per questa maglia. Ma adesso ripartiamo e chi resta avrà grandi motivazioni e cattiveria agonistica». E con il mercato in entrata come siamo messi? «Bene, speriamo di concludere un altro paio di trattative entro metà settimana. Zamuner è un ottimo professionista e si sta muovendo bene. Ci sono tutti i presupposti per rafforzare al meglio questa squadra. E non è vero che c’è chi non vuole venire a Padova vista la posizione di classifica. Questa piazza ha sempre il suo fascino e conta su una società sana».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy