Padova, Capello: “Dovremo sacrificarci tutti. I miei gol? Inutile farne venti se poi non ci salviamo”

Padova, Capello: “Dovremo sacrificarci tutti. I miei gol? Inutile farne venti se poi non ci salviamo”

di Redazione PadovaSport.TV

Alessandro Capello, dalle critiche al gol del prezioso pareggi conto il Foggia. L’attaccante biancoscudato sta dimostrando in questa seconda parte del campionato buona duttilità, tornando a vestire i panni del trequartista o jolly d’attacco (lo aveva fatto anche a Cagliari in passato con Zeman). «Aiuto di più la squadra, ma tutti fanno un grande lavoro – ha spiegato a La Gazzetta dello Sport – basti ve­dere com’è nata la rete al Foggia, con Trevisan che da difensore è andato a crossare sulla sinistra. Ho fatto solo quattro gol? Una pun­ta è vero deve cercare di farne più possibili, ma i conti li tirere­mo solo alla fine del campiona­to. La priorità resta il bene della squadra. Inutile che io faccia 20 gol se poi non ci salviamo». Ca­pello è uno di quelli che ha resi­stito alla rivoluzione di genna­io, quando tutti chiedevano al­ternative in attacco. Lui poteva finire ai margini e ha trovato, invece, una nuova posizione in campo e più carica e determi­nazione: «La società doveva in­tervenire dopo il girone d’anda­ta, ma la concorrenza fa bene e personalmente sono felice di far parte di questo gruppo e po­ter dare una mano».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy