Padova-Carpi, le pagelle. Prestazione generale sottotono, l’errore di Perisan condanna i biancoscudati

Padova-Carpi, le pagelle. Prestazione generale sottotono, l’errore di Perisan condanna i biancoscudati

di Tommaso Rocca

Le pagelle di Padova-Carpi, gara valevole per la tredicesima giornata del campionato di Serie B.

Perisan 4,5 Dalle stelle…al fango dell’Euganeo. Trafitto dalla conclusione senza troppe pretesa di Jelenic sulla quale il campo bagnato non lo aiuta. Non ha modo di rifarsi e purtroppo è l’episodio che decide il match

Zambataro 6 Pur con molta confusione è tra i pochi a costruire qualcosa. Con un po’ piùdi fiducia, e aiuto dei compagni, avrebbe potuto far molto male

Ceccaroni 5,5 Va a sprazzi. Scelto per giocare centrale viene dirottato a sinistra per necessità dopo 4 minuti. In una gara dove bisogna spingere per trovare il gol non è totalmente a suo agio

Cappelletti 6 Probabilmente il migliore, perché il Carpi davanti è poca roba e perché lui non sbaglia comunque un intervento

Contessa s.v. Quattro minuti, poi al primo affondo un infortunio muscolare lo costringe al cambio

Ravanelli 6 Catapultato in campo quasi subito dimostra di non aver alcun problema nonostante entra a freddo. A sua volta costretto ad uscire ad inizio ripresa

Vogliacco 6 Esordio non felice ma non certo per colpa sua. Si mette in mezzo alla difesa e la squadra non rischia praticamente mai

Mazzocco 5,5 Un passo indietro rispetto ad Ascoli. Non riesce mai a trovare il cambio passo decisivo. Aggiunge alla prestazione qualche imprecisione di troppo

Belingheri 5 Nel nuovo ruolo nel quale lo prova Foscarini non illumina come dovrebbe. Troppi passaggi in orizzontale quando dovrebbe essere proprio lui a verticalizzare la manovra

Pulzetti 5,5 Nemmeno la grinta del capitano quest’oggi tra le cose da salvare. Inizia con il piglio giusto e non molla fino alla fine ma nella ripresa non riesce a portare pericoli alla porta avversaria

Minesso 5,5 Cercato spesso dai compagni è bravo a farsi trovare tra le linee ma non ha l’intuizione che risolve il bandolo della matassa.

Clemenza 5,5 Entra, forse troppo tardi, ma non dà praticamente mai l’impressione di poter far male alla porta avversaria

Capello 5 Era stato tra i più positivi, il rosso finale, ancora avvolto da un alone di mistero (non si sa cosa abbia effettivamente detto all’arbitro) ne ridimensiona la prestazione e soprattutto lo mette fuori causa per Cosenza

Bonazzoli 5,5 Si sbatte e cerca di trovarsi lo spazio per far male ma non è giornata. Martoriato dai difensori ospiti e lasciato a lottare tutto solo in troppe occasioni

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy