Padova-Carpi, le probabili formazioni: Zambataro si candida come terzino destro

Padova-Carpi, le probabili formazioni: Zambataro si candida come terzino destro

di Gianmarco Zandonà

Mantenere la rotta ritrovata e spostarsi in acque ancora più tranquille: questo l’obiettivo del Padova che domani alle 15 all’Euganeo sfida il Carpi in un’importante scontro salvezza. I biancoscudati sono riusciti a risollevarsi dopo l’arrivo di Foscarini vincendo ad Ascoli e uscendo dalla zona rovente della classifica mentre la squadra di Castori arriva da due pari in rimonta, ma resta invischiata a 7 punti e con una vittoria che manca da sei turni.

QUI PADOVA- Il nuovo mister ha scelto di tenere gli allenamenti a porte chiuse negli ultimi due giorni, per concedere maggior concentrazione. Ci sono già più certezze e più serenità che mancava nell’ultimo periodo in casa patavina. Non bisogna mollare e giustamente Foscarini presenta la gara riempiendola di significato: è la vera partita per lui, la prima partita della sua squadra oltre all’esordio all’Euganeo. L’occasione è quella di spingere una diretta concorrente ancora più giù e soprattutto continuare con la strada intrapresa. Gli undici titolari non dovrebbero cambiare molto rispetto al successo in terra marchigiana: Perisan confermatissimo tra i pali, così come regolarmente in campo Mazzocco e Minesso. Il posto dello squalificato Capelli dovrebbe essere rilevato da Cappelletti (dirottato a centrale) in vantaggio su Ravanelli che ancora non è al meglio. Indisponibile Salviato, occasione per lo sprint di Zambataro sulla corsia di destra. Dubbi in regia: Pinzi, Della Rocca non sono al meglio e dovrebbe spuntarla Belingheri, provato in settimana. Dovrebbe esserci il ritorno dal primo minuto di capitan Pulzetti: in conferenza il tecnico ha dichiarato di esser curioso di provarlo anche come alternativa sulla trequarti ma domani giocherebbe da mezzala. A guidare l’attacco la coppia Bonazzoli- Capello, finalmente sbloccatisi.

Probabile formazione (4-3-1-2): Perisan; Zambataro, Cappelletti, Trevisan, Contessa; Mazzocco, Belingheri, Pulzetti; Minesso; Capello, Bonazzoli. A disposizione: Favaro, Merelli, Ceccaroni, Ravanelli, Vogliacco, Della Rocca, Pinzi, Serena, Chinellato, Cisco, Clemenza, Guidone, Marcandella, Sarno.

 

QUI CARPI- La stagione non è stata molto esaltante finora, ma per storia e organico quella emiliana resta sempre una squadra ostica, “la classica di B”. Il ritorno in panchina di Castori non ha dato l’effetto sperato ma gli ultimi due pareggi ottenuti in rimonta hanno dimostrato che la squadra c’è e non ha ancora gettato la spugna per risalire la classifica. Il penultimo posto pesa. Nella sfida salvezza dell’ Euganeo c’è da aspettarsi una squadra che cercherà di chiudersi bene, compatta, per poi affidarsi alle ripartenze. Lo spirito sarà battagliero, la situazione impone estrema attenzione difensiva ma al contempo tanto cinismo. Il modulo dovrebbe essere un 4-4-1-1 di copertura, con il fantasista Concas, in gol da due giornate, ad agire dietro la unica punta Arrighini ( ex Citta). In campo due ex biancoscudati: il portiere Colombi e l’ala Jelenic.

Probabile formazione (4-4-1-1): Colombi; Pachonik, Sabbione, Poli, Buongiono; Jelenic, Mbaye, Pasciuti, Piscitella; Concas; Arrighini. A disposizione: Serraiocco, Sambo, Suagher, Frascatore, Pezzi, Ligi, Saric, Machach, Wilmots, Di Noia, Mokulu, Vano, Romairone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy