Padova-Cosenza, le probabili formazioni. Mister Centurioni vuole una prova di orgoglio

Padova-Cosenza, le probabili formazioni. Mister Centurioni vuole una prova di orgoglio

di Gianmarco Zandonà

Viene spontaneo osservare che la sfida di domani pomeriggio all’Euganeo poteva essere veramente vitale. A prescindere dall’annata disastrosa, vincendo i due match salvezza contro Ascoli e Carpi, i biancoscudati potevano essere lì a 30 punti, in piena zona playout (l’obiettivo dichiarato a metà campionato). Invece il Padova non ha mai dato l’impressione di potercela fare e ha fallito entrambi gli spareggi, e forse è questo un pò il significato e il coronamento della stagione amara ormai al termine. La squadra si trova sprofondata a fine classifica, ultima solitaria con la matematica unica amica nel trattenere dal baratro imminente. Per il Cosenza di Braglia, la trasferta patavina rappresenta un altro tassello per completare il mosaico della salvezza, costruito intelligentemente e con l’unione di gruppo ( una delle tante lacune dei padovani) e per chiudere definitivamente i giochi.

 

QUI PADOVA- Mister Centurioni è alla ricerca della prima vittoria personale e vuole dare ancora una speranza al mondo biancoscudato. Viceversa ci si aspetta dai giocatori una prova di orgoglio e finire la stagione nel miglior modo possibile, anche per dignità e rispetto verso il mondo Padova. Nella scelte di formazione spazio ai giocatori d’esperienza che magari possono dare maggiore affidabilità e trascinare la squadra in un periodo così delicato: Lollo, Pulzetti, Calvano e  Cherubin inamovibili. Non sarà lanciato dal primo minuto il giovane Moro, per non bruciarlo. Indisponibile lo squalificato Baraye e quindi Clemenza titolare.

 

Probabile formazione (4-3-1-2): Minelli; Cappelletti, Ravanelli, Cherubin, Longhi; Pulzetti, Calvano, Lollo; Clemenza; Bonazzoli, Mbakogu.

 

QUI COSENZA- Dopo il successo casalingo sul Crotone la salvezza è ancora di più alla portata e sbancare l’Euganeo permetterebbe di archiviare la stagione in tranquillità. Il modulo scelto da mister Braglia dovrebbe essere il 4-3-3 con Bittante favorito su Izco in corsia destra mentre sulla fascia opposta ritorna D’Orazio. In mezzo al campo intoccabili Palmiero e pure Sciaudone, arrivato a gennaio dal Novara e con una buona vena realizzativa. Garritano e Mungo scalpitano ma dovrebbero essere opzioni a gara in corso. Sul fronte offensivo c’è il tridente con Baez che lascia il posto a Litteri. Salta la sfida Maniero, espulso contro i pitagorici.

 

Probabile formazione (4-3-3): Perina; Bittante/Izco, Dermaku, Legittimo, D’Orazio; Bruccini, Palmiero, Sciaudone; Embalo, Litteri, Tutino.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy