Padova, dopo De Risio ora si attende il rinnovo di Neto. L’a.d. Bonetto: “Stiamo lavorando per programmare il futuro”

Padova, dopo De Risio ora si attende il rinnovo di Neto. L’a.d. Bonetto: “Stiamo lavorando per programmare il futuro”

Carlo De Risio sarà un centrocampista del Padova per altri due anni. La notizia del rinnovo del contratto fino al 30 giugno 2018 è stata ufficializzata ieri dalla società di viale Nereo Rocco, che ha così perfezionato la prima operazione in vista della prossima stagione. Trattativa che è stata portata a termine dal presidente Giuseppe Bergamin e dall’amministratore delegato Roberto Bonetto, con il benestare di Giorgio Zamuner che sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica. Proprio ieri, tra l’altro, Zamuner ha visto il suo attuale presidente Mauro Lovisa del Pordenone per definire i tempi dell’uscita dalla società, e poter sposare così il progetto biancoscudato. E suo prossimo passo sarà affrontare la questione Pillon.
Tornando a De Risio, approdato a gennaio in occasione del mercato di riparazione, si è rivelato un punto di forza della squadra che nella seconda parte di stagione ha scalato la classifica fino ad arrivare ai margini della zona play off. Ecco le sue parole dopo il rinnovo. «Sono molto felice, perché in questi mesi sono stato davvero bene a Padova e mi sono sentito apprezzato da tutti. Spero di fare molto di più, sarebbe bellissimo migliorarmi con il Padova che è una società ambiziosa».
Il suo brillante rendimento ha spinto lo stato maggiore del club a fare valere l’opzione per il rinnovo che era presente nel contratto. Ecco il presidente Bergamin. «Il giocatore ha dimostrato di essere da Padova possedendo ottime qualità dal punto di vista morale e tecnico, pertanto abbiamo deciso di fargli questo contratto biennale. È un giovane sul quale crediamo e lui è entusiasta di rimanere con noi».
Un flash dell’amministratore delegato Bonetto. «È un messaggio che la società sta lavorando per programmare il futuro».
Sempre in tema di giocatori, altra priorità è la questione relativa al contratto di Neto Pereira che scade a fine giugno, ma nel quale è prevista un’opzione per la prossima stagione. Come per De Risio, anche in questo caso tutto lascia pensare che si possa arrivare al più presto alla fumata bianca tanto che Andrea Modora, direttore commerciale di Studio Assist & Partners che cura gli interessi del giocatore, avrà probabilmente la prossima settimana un faccia a faccia con il club biancoscudato. L’intenzione è quella di trovare l’intesa per un altro anno di contratto prima della partenza di Neto Pereira per il Brasile, dove trascorre sempre le vacanze estive al fianco della famiglia. Da un brasiliano a un altro, vale a dire Diniz. A differenza di Neto non è in scadenza, ma anche la sua posizione è vagliata attentamente dalla società. L’obiettivo è quello di prolungare di un altro anno l’attuale contratto che scade a fine giugno 2017 per allontanare le voci sempre più insistenti relative a interessamenti di altre società (Vicenza in primis) e per dare anche una maggiore tranquillità al giocatore che è il punto di riferimento del pacchetto arretrato. In tal senso i contatti sono stati già avviati con Gerry Palomba, che cura gli interessi di Diniz, e che è anche l’agente di De Risio. (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy