">

Padova, Favalli: “Qualcosa è andato storto, non eravamo al top della forma fisica negli scontri diretti”

Padova, Favalli: “Qualcosa è andato storto, non eravamo al top della forma fisica negli scontri diretti”

" data-original-mobile="http://images2.gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/39/2017/02/IMG_1545-320x214.jpg?v=" alt="" />

“Lo spogliatoio è unito, arriviamo da un periodo in cui i risultati non sono stati positivi e per questo la voglia di rifarci è tanta”, così Alessandro Favalli, pronto insieme ai suoi compagni a rituffarsi al lavoro dopo il giorno di riposo concesso ieri. “Arriviamo da 4 sconfitte – spiega il terzino, intervistato da Il Mattino – mentalmente qualcosa non è andato per il verso giusto, ma dobbiamo
ritrovare lo spirito che avevamo fino a due settimane fa, cominciando a vincere già da lunedì”.
Sui faccia a faccia che ci sono stati in settimana con il ds Zamuner, Bergamin e Bonetto: “Tutti ci hanno ricordato che dobbiamo prepararci al meglio per i playoff: non possiamo buttare via l’ottimo campionato condotto finora – spiega Favalli, che attende di mettere nero su bianco il suo rinnovo di contratto – ma ritrovare la serenità e la tranquillità di qualche settimana fa. Nelle ultime gare abbiamo affrontato le prime tre della classifica, partite difficili, alle quali probabilmente dal punto di vista fisico non siamo arrivati al top. Non credo che il nostro sia stato un problema mentale: nelle ultime due settimane anche un po’ di sfortuna ci ha messo del suo, sarebbero dovute finire in parità,male abbiamo perse entrambe”.

Meno due giorni alla Maratona, guarda l’intervista al presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro:

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy