Padova-Giana Erminio, Bergamin e Bonetto: “Ci serviranno tifo e calore. Crediamo nell’impresa”

Padova-Giana Erminio, Bergamin e Bonetto: “Ci serviranno tifo e calore. Crediamo nell’impresa”

Le parole di B&B sulla sfida di domenica, che può tenere aperti i giochi fino alla fine. Alessandria permettendo…

Tutte le attenzioni sono rivolte alla sfida in programma domenica all’Euganeo con la Giana Erminio, e così anche le questione societarie sono al momento relegate temporaneamente in secondo piano. È questo il pensiero all’interno dello stato maggiore biancoscudato e le parole del presidente Giuseppe Bergamin sono eloquenti. «Siamo tutti concentrati sull’aspetto sportivo, in questa fase dobbiamo pensare solo alla squadra. Faremo più avanti gli altri discorsi». Insomma, la parola d’ordine è trasmettere fiducia e tranquillità a tutto l’ambiente, inclusa la squadra che a tre giornate dalla fine del campionato ha l’obiettivo play off a portata di mano. A patto però di fare sempre bottino pieno e al tempo stesso incrociando le dita nell’auspicio che davanti qualche rivale perda ancora qualche colpo: Alessandria e Pordenone sono attualmente appaiate cinque lunghezze avanti in classifica.

«Ma la corsa è da fare soprattutto sull’Alessandria avendo lo scontro diretto all’ultima giornata, tanto più che se dovessimo arrivare a fine campionato con gli stessi punti del Pordenone siamo in svantaggio negli scontri diretti. Pensare di potere arrivare ai play off è già comunque qualcosa d’importante, ma anche l’attuale quinto posto in classifica è gratificante guardando alla stagione nel suo complesso». Naturalmente ad agguantare gli spareggi promozione ci si crede, eccome, tra tutti gli azionisti della società. Ecco l’amministratore delegato Roberto Bonetto. «L’allenatore sta motivando i giocatori per centrare questo traguardo che a un certo punto del campionato sembrava irraggiungibile. Non dipende solo dai nostri risultati, ma nel calcio tutto può succedere e chissà che il buon Dio ci riservi una corsia preferenziale. C’è grande convinzione nei nostri mezzi, il gruppo è unito e il nostro sogno è quello di riuscire a prolungare la stagione. Con l’Albinoleffe magari non abbiamo disputato una prestazione bellissima, però in questo momento ciò che importa sono i tre punti e li abbiamo portati a casa mantenendo viva la speranza».

Naturalmente anche il popolo biancoscudato è in fermento per questo rush finale di stagione che ci si augura abbia il lieto fine. E allora è inevitabile anche un appello rivolto da Bonetto proprio ai tifosi in vista della sfida con la Giana Erminio. «Ci sono stati sempre vicini, mi auguro che domenica siano ancora più numerosi del solito per stare al fianco dei ragazzi in questa partita che è davvero molto importante». Gli fa eco il presidente Bergamin. «Mi aspetto tanto calore dai nostri tifosi, se c’è un grande pubblico che ci sostiene diventa ancora più stimolante». Inevitabile anche un riferimento alla promozione in serie B del Cittadella. Così Bergamin. «Ho telefonato al presidente Andrea Gabrielli subito dopo la vittoria con il Pordenone, credo che gli abbia fatto piacere. Al di là della competizione sportiva, tra di noi c’è un rapporto di amicizia». Bonetto ha avuto anche un passato dirigenziale nella società granata. «Faccio i complimenti al Cittadella per la promozione che è meritata, speriamo di raggiungerli al più presto». (Da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy