Padova, il bilancio al termine delle due settimane di ritiro è positivo

Padova, il bilancio al termine delle due settimane di ritiro è positivo

Commenta per primo!

Con l’amichevole giocata ieri contro il Campodarsego il Padova ha concluso le due settimane di ritiro iniziate domenica 10 luglio. Inizialmente la squadra di mister Brevi avrebbe dovuto tornare in città questa mattina dopo un’ultima sgambata in quota ma lo stesso tecnico milanese ha deciso di concedere ai giocatori una giornata di riposo in più per premiarli degli sforzi fatti fin qui e dell’ottimo approccio che i giocatori hanno avuto agli allenamenti sin dall’inizio. I biancoscudati si ritroveranno martedì pomeriggio alla Guizza per iniziare a preparare la prima gara ufficiale della stagione, valevole per la Tim Cup, in programma all’Euganeo domenica 31 luglio contro il Seregno con probabile fischio d’inizio alle ore 18. Brevi si è detto soddisfatto delle due settimane trascorse al lavoro a Mezzano, dove ha visto un gruppo unito e coeso, che ha lavorato bene e che ha evitato infortuni di rilievo. Contro il Seregno tra una settimana non sarà possibile vedere ancora il vero Padova visti i carichi di lavoro che i biancoscudati hanno messo sulle gambe ma la squadra anche se non sarà brillante si farà trovare pronta all’appuntamento. Capitolo mercato: la squadra è fatta al 90%, l’affare Tavano sembra potersi concludere positivamente, Mandorlini firmerà al più presto e anche Germinale al momento è probabile possa diventare un nuovo giocatore biancoscudato anche se le sue condizioni verranno monitorate per un altra settimana. A quel punto Zamuner dovrà puntellare la squadra con un paio di giovani (sicuramente un difensore) e trovare una sistemazione ad almeno due tra Giandonato, Petrilli, Ilari e Dionisi. In base alle offerte che arriveranno per questi “over” poi si deciderà anche cosa fare con giovani interessanti come Marcandella, Bottalico e Turea.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy