Padova, inizia la settimana delle grandi decisioni. E alle 16 Brevi parlerà in conferenza stampa

Padova, inizia la settimana delle grandi decisioni. E alle 16 Brevi parlerà in conferenza stampa

Ancora quarantott’ore, e forse si comincerà a capire quale sarà il futuro biancoscudato. Non del tutto, visto che la definizione dei quadri societari e tecnici in vista della prossima stagione è ancora in alto mare, ma almeno in parte, tra oggi e domani, si potrebbe comprendere in quale direzione andrà il Padova. Il primo appuntamento, fissato per oggi pomeriggio, riguarda il tecnico Oscar Brevi, che a più di una settimana dall’ eliminazione dai playoff tornerà a dire la sua. Il secondo, e decisamente più importante, è quello che domani pomeriggio vedrà il faccia a faccia tra i due soci fondatori ed il resto dello stato maggiore del club di viale Rocco. Un passo alla volta, si prova ad andare avanti. Le parole. Per questo pomeriggio è stata convocata una conferenza-stampa all’Euganeo: alle 16 Brevi parlerà di fronte a taccuini e telecamere dopo che per tutta la scorsa settimana non c’è stata l’occasione di esprimere la propria opinione sulla stagione, sulla squadra, e ovviamente sul modo in cui questa è stata eliminata dai playoff dall’Albinoleffe. Difficilmente il tecnico dirà qualcosa sul suo futuro: al momento la società non si è ancora espressa nel merito, e anche se appare scontato che il contratto, in scadenza a giugno, non gli verrà rinnovato, per l’ufficialità bisognerà attendere un pronunciamento dei vertici societari. Di certo, però, le parole di Brevi potrebbero fornire ulteriori dettagli sui motivi del recente crollo dei biancoscudati in campo.

Come anticipato da Bergamin in questa intervista, quella di domani tra i soci sarà una semplice riunione informale. Un summit per capire come proseguirà il corso del binomio Bonetto- Bergamin. Dopo tre anni di lavoro insieme, e sempre in attesa di una risposta circa possibili ingressi nella compagine azionaria, i due soci fondatori dovranno fare chiarezza sul futuro del Padova, e quindi sulla possibilità -marimane un grosso punto interrogativo – di proseguire insieme nell’opera intrapresa tre anni fa anche in mancanza di nuovi soci all’orizzonte. Sul tavolo, tra i tanti argomenti, potrebbe esserci anche il “nodo” del direttore generale Giorgio Zamuner, dalla cui conferma – o meno – dipende ovviamente l’intera architettura del progetto tecnico per il prossimo campionato. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy