Padova-Mestre, Neto Pereira: “Abbiamo una precisa filosofia di gioco, l’applicheremo anche all’Euganeo”

Padova-Mestre, Neto Pereira: “Abbiamo una precisa filosofia di gioco, l’applicheremo anche all’Euganeo”

Torna il brasiliano, che con la maglia biancoscudata ha segnato 15 gol in 60 presenze

di Redazione PadovaSport.TV

«Sono emozionato e contento di tornare: a Padova ho lasciato tante persone a cui voglio bene, e che mi vogliono bene a loro volta. Il mio addio? Nel calcio sono cose che succedono. I cicli ogni tanto finiscono, le cose sono andate così: ci siamo separati, ma nella massima tranquillità che ci potesse essere: il rispetto e la stima reciproca sono rimasti». Queste le parole di Neto Pereira, intervistato da Il Mattino, 60 presenze e 15 gol con il Padova negli ultimi due anni. Delle dieci presenze (e un gol) collezionate finora a Mestre, solo due volte è partito dalla panchina. Ma una di queste è stata domenica, contro il Bassano: segno che Zironelli l’ha voluto preservare proprio in vista del derby col Padova? «Non credo, abbiamo un ottimo gruppo e forse ha voluto dimostrare che possiamo affrontare anche squadre come il Bassano con qualsiasi interprete. Giocare domani mi farebbe piacere, ma se dovessi andare in gol non riuscirei ad esultare: ho troppo rispetto per una piazza che mi ha trattato sempre in modo molto affettuoso. Il Padova è la squadra favorita per la vittoria del campionato, la vedo bene e mi sembrano una formazione di assoluto valore, poi domani sera si vedrà: il Mestre vuole provare a fare la partita e a vincere, abbiamo una filosofia precisa e cercheremo di applicarla anche all’Euganeo, anche se sappiamo che sarà difficile».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy