Padova-Palermo, le probabili formazioni. C’è il ritorno di Capello per la sfida alla capolista

Padova-Palermo, le probabili formazioni. C’è il ritorno di Capello per la sfida alla capolista

di Gianmarco Zandonà

Mister Foscarini si aspetta la migliore prestazione da parte della squadra e ha i suoi buoni motivi visto che la sfida è contro l’attuale capolista. Padova- Palermo, valevole per la 15^ di serie B, in programma domani all’Euganeo alle 12,30. I biancoscudati arrivano da due sconfitte contro dirette rivali, mentre i rosanero hanno inceppato il loro cammino con due pareggi consecutivi. Una vittoria potrebbe significare rispettivamente un’iniezione di fiducia e una boccata d’ossigeno oppure un allungo in vetta. Andiamo a vedere quali sono le possibili scelte dei due allenatori.

QUI PADOVA- Non è sicuramente una partita facile ma i biancoscudati non possono più permettersi di guardare la caratura dell’avversario e devono accumulare più punti possibili. E’ probabile una variazione di modulo dal consueto 4-3-1-2 con il passaggio ad un 4-3-3 più audace. Tra i pali conferma per Perisan. In difesa rientra Contessa a sinistra, mentre in centrocampo Foscarini si affida all’esperienza di Pinzi (in campo nel famoso trionfo per 7 a 0 dell’Udinese sul Palermo nel 2011) e Pulzetti. Dovrebbe arretrare il raggio d’azione Minesso, spostato a mezz’ala, mentre in attacco si candida per una maglia da titolare Clemenza, strappato in estate proprio alla concorrenza dei siciliani. Out dai convocati Sarno,  lo squalificato Mazzocco, Broh (non al 100%) e gli infortunati Ravanelli e Mandorlini. Tornano a disposizione Salviato e soprattutto Capello, a cui è stata ridotta la squalifica: come espresso anche dal mister, può essere un’arma molto importante per i biancoscudati.

Probabile formazione (4-3-3): Perisan; Cappelletti, Capelli, Trevisan, Contessa; Pulzetti, Pinzi, Minesso; Clemenza, Bonazzoli, CapelloA disposizione: Merelli, Zambataro, Ceccaroni, Salviato, Vogliacco, Belingheri, Della Rocca, Serena, Chinellato, Cisco, Marcandella.

QUI PALERMO- Per la trasferta all’Euganeo i rosanero arrivano da primi della classe (anche se potrebbero essere raggiunti in testa stasera dal Pescara) con l’idea di riprendere la marcia per la serie A, un percorso che il tecnico Stellone conosce bene. Dopo aver condotto il Frosinone a una doppia storica promozione in B e in massima serie, lo scorso anno è subentrato a Tedino arrivando poi in finale playoff, persa proprio contro i ciociari. Nel campionato in corso ha preso il posto ancora una volta di Tedino portando poi i rosanero in vetta alla classifica. Nonostante il cambio societario il tecnico del Palermo promette una gara determinata da parte dei suoi. Non sarà in campo lo squalificato Jajalo (fiducia a Chochev) mentre a sorpresa in conferenza stampa viene annunciata la formazione: l’ex Citta Salvi supera Rispoli nel ruolo di terzino destro, invece in attacco, al fianco di Nestorovski, Moreo vince il ballottaggio con Puscas, per sfruttare la sua maggiore incisività sulle palle inattive. Sulle fasce di centrocampo Trajkovski e Falletti. Recuperato Bellusci.

Probabile formazione (4-4-2): Brignoli; Salvi, Rajkovic, Szyminski, Aleesami; Trajkovski, Chochev, Haas, Falletti; Moreo, Nestorovski. A disposizione: Avogadri, Pomini, Ingegneri, Bellusci, Accardi, Mazzotta, Pirrello,Rispoli, Fiordilino, Murawski, Puscas.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy