Padova-Rende: le pagelle. Marcandella show, per alcuni pesa il lavoro fatto in ritiro

Padova-Rende: le pagelle. Marcandella show, per alcuni pesa il lavoro fatto in ritiro

Ecco le pagelle di Padova-Rende, gara di Coppa Italia Tim Cup che ha visto i biancoscudati imporsi per 2-1 dopo i supplementari e guadagnarsi l’accesso al secondo turno.

Bindi 6: Ordinaria amministrazione, svolta alla grande, per il miglior portiere della Lega Pro della scorsa stagione. Trafitto solo dagli 11 metri per il resto è la solita sicurezza

Madonna 6,5: Un’iradiddio sulla destra, tanto che il Padova gioca praticamente solo dalla sua parte. Il cross per il gol del vantaggio è un cioccolatino, viaggia lungo tutta la fascia senza soluzione di continuità

Russo 6: Gli avanti ospiti sono vivaci e senza timori reverenziali. Guida bene il reparto arretrato con l’unica disattenzione (viziata però da un fuorigioco) dell’azione del calcio di rigore del pareggio

Ravanelli 6: Preferito a Sbraga il giovane ex Sassuolo si dimostra diligente e preparato. Un buon esordio contro un attacco rapido e spensierato. Bene così

Cappelletti 6: Limita nel primo tempo le sue sgroppate visto che la squadra spinge prevalentemente sulla destra. Non è un terzino puro e si vede ma fa sempre il suo compito con il massimo impegno

De Risio 5,5: Tra i più indietro dal punto di vista fisico e per un giocatore che ne fa parte integrante del suo modo di giocare è complicato. Il giallo, tendente all’arancione, per il fallo punitivo su Laaribi nel primo tempo è la dimostrazione che le idee erano annebbiate

Serena 6,5: Entra e “sistema” la squadra che si era pericolosamente allungata. Mette ordine con giocate semplici ed efficaci, un buon impatto sulla gara insomma

Mandorlini 6: Corsa, impegno e abnegazione sempre sopra la media. Anche qualche buona giocata, con il crescere della condizione il suo apporto può solo che migliorare

Pulzetti 6,5: Capitano all’esordio in biancoscudato, suona la carica come si richiede a giocatori d’esperienza come lui. Cerca di essere pericoloso e in più di un frangente, leader fuori e dentro il campo

Candido 6,5: Parte in quarta e quando ha la palla la sensazione è che possa sempre uscirne qualcosa di buono. Libera più di una volta i compagni al cross e al tiro con giocate intelligenti, cala alla distanza ma è un calo assolutamente fisiologico

Mazzocco 6: Entra per i supplementari, dà il suo contributo nello sforzo finale per vincere le resistenze dei calabresi

Marcandella 7,5: Lo show inizia dopo 3 minuti, incornata vincente e primo gol stagionale biancoscudato. La sua rapidità mette spesso in apprensione i difensori avversari, e dopo 110 minuti trova il barlume di lucidità che gli permette di indovinare l’angolino dopo uno stop pregevole

Capello 5,5: Inizialmente non sembra risentire del problemino avuto in settimana, poi pian piano cala come diversi altri elementi della squadra. Impegno e doti a sprazzi si sono intraviste, se riuscirà ad abbinarle al momento giusto, quando anche la forma lo sorreggerà, potrà fare bene

Chinellato 6: Altro giocatore in non perfetta forma fisica, e lo si vede anche più rispetto ad altri compagni. Ha comunque il non trascurabile merito di fare la sponda che libera Marcandella per il gol-vittoria in una delle sue “lotte fisiche” con la difesa avversaria

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy