Padova, sei giocatori in scadenza di contratto: la situazione

Padova, sei giocatori in scadenza di contratto: la situazione

Commenta per primo!

La stagione non è ancora terminata e in ballo in lontananza ci sarebbero ancora quei play-off tanto desiderati quanto difficili da raggiungere. La società però comincia a pensare a alla prossima stagione e ci sono già diversi temi su cui ragionare, con sei big della rosa biancoscudata che hanno il contratto in scadenza a fine giugno e sui quali bisognerà prendere presto una decisione.
Iniziamo da Neto Pereira, sul cui contratto è prevista un’opzione per il campionato 2016-2017 e tutto lascia pensare che sarà esercitata perché questa è la volontà delle parti. L’attaccante brasiliano (37 anni) ha confermato di essere un giocatore di categoria superiore per le sue qualità tecniche (9 reti e 5 assist), e anche per il suo carisma tanto da essere diventato il capitano della squadra in assenza di Cunico. Fabrizio De Poli ha già avuto contatti nelle ultime settimane con Andrea Modora, direttore commerciale di Studio Assist & Partners che cura gli interessi del brasiliano, ma si attende che prima venga chiarita la situazione in seno al club, dato che tra i soci c’è da ritrovare compattezza.
L’opzione per la prossima stagione c’è anche nel contratto di Carlo De Risio (25 anni), con elevate probabilità che venga esercitata dalla società. Il d.s. De Poli stravede per il centrocampista abruzzese: l’aveva praticamente già preso in estate, riuscendo poi a portarlo a Padova a gennaio dove si è rivelato tra i più positivi nella seconda parte di stagione. Gli ottimi rapporti tra De Poli e Palomba, agente del centrocampista, dovrebbero facilitare l’operazione e l’infortunio accorso in questi giorni non dovrebbe rappresentare un ostacolo.
Palomba cura gli interessi anche di Fabiano (34 anni). Se i biancoscudati sono la seconda migliore difesa del campionato parte del merito è anche suo. Considerato che hanno già il contratto in tasca Diniz, Dionisi, Favalli (un anno) e Sbraga (due), è da vedere se la società intende o meno confermare in blocco il pacchetto arretrato anche se l’intenzione pare quella. C’è poi da valutare la questione Bucolo (27 anni). L’impegno sul campo del centrocampista siciliano è stato sempre lodevole tanto che “Saro” si è pure sacrificato in un ruolo non suo in fase di emergenza, non si può però non dimenticare la pesante rottura (poi ricomposta) con Pillon e da lì si partirà per capire se le strade di Bucolo e del Padova possano continuare a essere percorse assieme. In cerca di conferma sono anche due giocatori d’esperienza come Daniele Corti (35) e Marco Cunico (38). Per entrambi ci sarà bisogno di sedersi al tavolo delle trattative con la società e capire le esigenze delle parti. L’impressione è che almeno un paio di questi giocatori l’anno prossimo non faranno più parte della rosa biancoscudata. In questi ultimi quattro casi, difatti, un’altra variabile per l’eventuale riconferma arriva dalla Lega Pro: non è escluso che l’anno prossimo si torni alla formula dei contributi alle società legati al minutaggio in campo degli under 21, il che impegnerebbe a puntare con una certa insistenza su giovani di maggiore affidamento. (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy