Padova-Spezia, le probabili formazioni. Occasione dal primo minuto per Guidone

Padova-Spezia, le probabili formazioni. Occasione dal primo minuto per Guidone

di Gianmarco Zandonà

É prevista una pioggia intensa a Padova oggi pomeriggio, ma alla faccia del maltempo il popolo biancoscudato confida nel ritorno di un cielo sereno sull’Euganeo. Alle 15 è il turno di Padova-Spezia, partita che deve rappresentare una svolta per il cammino della squadra di Bisoli.

QUI PADOVA- Nonostante la buona prestazione, a Crotone si è rimasti con le mani vuote e questo è il momento di tornare a fare punti. Il Padova non ha ancora “l’acqua alla gola “ ma è nel bel mezzo della lotta per la salvezza e una vittoria allontanerebbe per un pò la zona calda della classifica. É la prima di una serie di partite impegnative (martedì sera il Perugia in trasferta e sabato prossimo derby col Cittadella), quindi c’è da aspettarsi un pò di turnover ma non grandi stravolgimenti, data l’importanza della sfida. Sulle fasce ballottaggio tra Salviato e Zambataro mentre Bisoli annuncia la freschezza di Serena per contrastare il qualitativo centrocampo avversario. A gara in corso ci sarà l’ingresso di un giocatore d’esperienza come Pinzi.  In mediana dovrebbe scendere in campo capitan Pulzetti, ex della gara, ma cerca una maglia da titolare anche Cappelletti. In attacco, Capello riposa e in coppia con Bonazzoli ( con la testa libera dopo essersi sbloccato a Crotone) scalpita Guidone, carico nel voler finalmente dare il suo contributo. Clemenza parte dalla panchina.

Probabile formazione (3-5-2):  Merelli; Ravanelli, Capelli, Trevisan; Zambataro, Broh, Serena, Pulzetti, Contessa; Guidone, Bonazzoli. A disposizione: Perisan, Favaro, Ceccaroni, Vogliacco, Salviato, Belingheri, Mazzocco, Cappelletti, Pinzi, Cisco, Marcandella, Clemenza, Capello.

 

QUI SPEZIA- Aquilotti che volano al doppio dei punti biancoscudati, 12, in piena zona playoff. La squadra di Pasquale Marino è reduce da una sconfitta casalinga subita dal Pescara e cerca riscatto all’Euganeo. Il club ligure si è rinforzato molto in estate con gli arrivi di Lamanna e Galabinov dal Genoa(quest’ultimo per settimane nel mirino biancoscudato), Ricci scuola Roma, Pierini dal Sassuolo e il talentuoso Bartolomei dal Cittadella. Il modulo abituale è il 4-3-3 per sfruttare l’ottimo centrocampo e le velocità sugli esterni d’ attacco: la retroguardia biancoscudata dovrà fare particolare attenzione alle bordate dalla distanza di Bartolomei, in continua crescita e che in due occasioni ha sfiorato il gol la scorsa settimana .Out Bidaoui, Okereke, Erlic e Mastinu mentre è regolarmente a disposizione il bomber bulgaro che resta in ballottaggio con l’islandese Gudjohnsen, figlio d’arte.

Probabile formazione (4-3-3): Lamanna; De Col, Terzi, Giani, Augello; Bartolomei, Ricci, Crimi; Gyasi, Galabinov, Pierini. A disposizione:  Manfredini, Barone, Crivello, Capradossi, Vignali, Bachini, Maggiore, Mora, De Francesco, Bastoni, Acampora, Gudjhonsen.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy