Padova-Venezia, parla il doppio ex Marchetti: “Mi aspetto spettacolo, Dettori e Marsura saranno decisivi”

Padova-Venezia, parla il doppio ex Marchetti: “Mi aspetto spettacolo, Dettori e Marsura saranno decisivi”

Il Mattino di oggi ha interpellato sul derby di questa sera anche Stefano Marchetti, doppio “ex” (da calciatore) di Padova e Venezia. “Mi aspetto una partita bella e spettacolare – si auspica il direttore generale del Cittadella, che stasera sarà all’Euganeo – Una gara del genere dà lustro al calcio veneto ed entrambe le società devono esserne orgogliose. Tutt’e due sono state protagoniste fin qui di un’ottima stagione, il Venezia ha avuto più continuità, ma il Padova si è reso autore di una rimonta imperiosa. La valutazione sulla stagione del Padova può essere soltanto positiva. Ai playoff la squadra di Brevi sarà una delle favorite e in gare secche l’esperienza conta più di ogni altra cosa. Il Padova vanta tantissimi giocatori esperti, che potranno essere decisivi nel risolvere partite spinose ed equilibrate”.
La cavalcata del Venezia, che ha accelerato nel girone di ritorno, le ricorda quella del suo Cittadella la scorsa stagione? “No. Complimenti ai lagunari che, se dovessero farlo, vinceranno il campionato con merito, ma l’anno scorso fu molto diverso. E guai a sottovalutare la difficoltà del campionato da noi vinto! Si parla, giustamente, di questo girone B impegnativo, con tante società blasonate, ma l’anno scorso vincemmo davanti a due squadroni come Pordenone e Bassano e ad un’Alessandria che adesso è in testa al girone A. Trionfammo a 5 giornate dal termine, in maniera netta. Fu un’impresa”. Due giocatori che potranno essere decisivi questa sera nel derby? “Dettori per il Padova e Marsura per il Venezia. Il biancoscudato è quello che più di ogni altro sposta gli equilibri a centrocampo e lo si è visto anche con il Parma. L’esterno neroverde, allo stesso tempo, è in grado di risolvere la partita da solo con una giocata decisiva. Pronostico? Come tutti i derby sarà una partita da tripla. Impossibile sbilanciarsi, entrambe le squadre hanno qualità per imporsi e spesso i favoriti incontrano più difficoltà del previsto. Vincerà chi sbaglierà di meno e avrà più fame”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy