Padova verso i play-off, “titolarissimi spremuti” e troppe ricadute negli infortuni

Padova verso i play-off, “titolarissimi spremuti” e troppe ricadute negli infortuni

Padova verso i play-off con alcune incognite. Le evidenzia il Mattino oggi: dati preoccupanti che non possono non essere considerati. La miglior difesa è andata in fumo nel giro di due partite: tra Salò e Parma il Padova ha incassato 4 reti, una in più di quelle subìte in tutte le precedenti 12 gare del girone di ritorno. La compattezza del reparto è scomparsa di colpo, e va ritrovata in fretta. Per non parlare, poi, del problema delle assenze. Di certo più di qualcosa, quest’anno, è stato sbagliato: tra Filipe, De Risio e Neto troppe volte si è affrettato il rientro di alcune pedine importanti, ottenendo solo nuove ricadute. E quando qualcuno manca, le alternative sono poche, visto che a gara in corso i cambi a disposizione del tecnico sono sempre gli stessi: Mazzocco, Berardocco, De Cenco e Alfageme. Gli altri elementi della rosa sono poco considerati, e il risultato è che, al di fuori dei 14-15 “titolarissimi”, manchino alternative pronte ad essere gettate nella mischia. Infine, il calendario di certo non favorisce il Padova. Lunedì il Venezia, mentre il Pordenone andrà a Fano, e poi, dopo lo scontro diretto, ci saranno le sfide contro le pericolanti Ancona, Sudtirol e Lumezzane, mentre i neroverdi se la vedranno con Albinoleffe, Feralpi e Samb, decisamente più tranquille. La corsa è già cominciata.

sprint B

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy