Cherubin e Andelkovic in coro: “La nostra esperienza per tirare fuori la squadra da questa situazione”

Cherubin e Andelkovic in coro: “La nostra esperienza per tirare fuori la squadra da questa situazione”

di Tommaso Rocca

In diretta dalla Guizza la conferenza stampa di presentazione di Sinisa Andelkovic e Nicolò Cherubin

Zamuner: “Oggi presentiamo due giocatori importanti per esperienza, curriculum e per caratteristiche che cercava il Calcio Padova. Già dal primo allenamento ho visto le qualità che cercavamo per la nostra rosa. Ringrazio i giocatori per aver accettato la nostra proposta. Altre novità di mercato? Renzetti oggi parlerà con la Cremonese, il suo possibile arrivo sarebbe comunque un prestito di 6 mesi, attendiamo novità. Sarno? Ci sono diverse squadre su di lui, Catania in pole, vediamo quale soluzione può accontentare tutti.”

Cherubin: “Ringrazio per la fiducia il presidente, il direttore e il mister perché non arrivavo da una situazione facile. Conoscevo già il mister dai tempi di Bologna, non è cambiato per nulla. L’impressione è positiva, difatti sono molto sorpreso che la squadra sia ultima in classifica. A Verona ero fuori lista ma mi sono sempre allenato con la squadra. Mi manca chiaramente il ritmo partita ma sono carico e credo di poter dare ancora molto al calcio e al Padova nello specifico. Ho avuto un brutto infortunio, ora è alle spalle, già ad Ascoli ho affrontato con successo una situazione critica e ci siamo salvati. A Verona volevo giocarmi le mie chanche ma il mister e la società hanno fatto altre scelte e in estate non avevo offerte che mi stuzzicavano, quindi sono rimasto allenandomi forte e con la voglia di farmi trovare pronto per questa sessione di mercato. Il ruolo? In un’eventuale difesa a tre solitamente gioco sul centrosinistra ma chiaramente mi posso adattare alle richieste del mister. Non credo siamo noi i salvatori della patria, per uscire da questa situazione è necessario che tutti ci impegniamo e lavoriamo di comune intento sul campo, ma per quel poco che ho visto il gruppo è fatto di persone intelligenti e che hanno le possibilità per tirarci fuori di qui. Il contratto? Sì è fino al giugno 2020, segno che la società ed io abbiamo condiviso un progetto, intanto pensiamo a salvarci, quello è alla base di tutto”.

Andelkovic: “Ringrazio la società e il mister per l’opportunità che mi danno di essere qui a Padova. La situazione non è facile ma vogliamo al più presto uscire da questa brutta posizione di classifica. Il mio anno e mezzo a Venezia lo considero positivo, il calcio però è così, un giorno sei titolare, poi il mister fa altre scelte. Ora penso solo al Padova, voglio fare vedere il mio valore, sono pronto per dare il massimo. Morganella? Sono contento di ritrovarlo, ho visto tutti i ragazzi che sono qui e sono felice di far parte di questo gruppo. Voglio dare il massimo e sono convinto che con l’impegno giusto possiamo raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza. Dove preferisco giocare? Decide il mister, io sono a completa disposizione, ho già giocato a tre sia in mezzo che sul centrodestra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy