Rieccoci alle solite: domani summit, si decide il futuro di Brevi. Ennesimo cambio in vista?

Rieccoci alle solite: domani summit, si decide il futuro di Brevi. Ennesimo cambio in vista?

Commenta per primo!

Copioni ormai che si scrivono da soli, Padova si conferma piazza difficile dove fare calcio. Naufragato malamente a San Benedetto anche il progetto di Brevi: il 3-5-2 disegnato dal tecnico milanese funziona solo in teoria, ma sul campo è imbarazzante per pochezza di idee e fragilità (oggi condito pure da tanti erroracci dei singoli, che certo non aiutano). Il dg Zamuner domani incontrerà la proprietà (o solo il presidente Bergamin, presente oggi al Delle Palme, ancora non è chiaro) per fare il punto della situazione. Dire che la panchina di Brevi è a forte rischio al momento sembra l’affermazione più vicina alla realtà: “Con la proprietà senza dubbio ci troveremo e ci confronteremo, perché indubbiamente non siamo in linea coi programmi iniziali. Sei gol fatti sono pochi, e anche oggi non abbiamo avuto occasioni pericolose”, queste le parole di Zamuner al termine di Samb-Padova. Cosa succede adesso? Sicuramente si comincerà a sondare il terreno con eventuali sostituti, anche in caso di conferma di Brevi, che comprensibilmente sarebbe una conferma a orologeria. Aggiornamenti nelle prossime ore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy