Sala stampa Lumezzane-Padova, Pillon: “Sono davvero soddisfatto, ora la punta”. Bergamin: “Possiamo arrivare in alto”

Sala stampa Lumezzane-Padova, Pillon: “Sono davvero soddisfatto, ora la punta”. Bergamin: “Possiamo arrivare in alto”

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Lumezzane-Padova nel postpartita, raccolte dai colleghi di TV7.

Pillon: “Faccio i complimenti a tutti, la squadra oggi ha giocato molto bene. Forse avremmo dovuto chiuderla prima ed essere più cinici sotto porta, ma alla fine tutto è filato per il verso giusto. Prima della gara avevo rinfacciato ai ragazzi di non riuscire mai a segnare su palla inattiva, e per fortuna mi hanno smentito alla grande! Vedrò di dirlo più spesso! La nostra gara la abbiamo giocata sugli esterni, cambiando spesso versante di gioco e facendo accorciare una delle nostre due punte. E la palla ha girato molto velocemente. Sono aspetti che a un allenatore danno molta soddisfazione. Ottimi anche i subentrati. Il trequartista avversario ci metteva un po’ in difficoltà tra le linee, per cui ho scelto di coprirmi alla ricerca di maggiore fisicità difensiva per conservare il risultato. De Risio? Bene, come tutti gli altri. Il FeralpiSalò? Giocheremo contro una squadra molto forte, sono curioso di vedere la nostra risposta. Sono convinto che questo gruppo abbia le potenzialità per dimostrare la propria forza. Il mercato? La società si sta muovendo bene, fino ad ora ha accontentato le mie richieste. Ora ci manca ora una punta. Dobbiamo acquistarla per forza”.

Bergamin: “Sono soddisfatto per la gara di oggi ma preoccupato per quella di domenica prossima: la partita contro il FeralpiSalò ci farà capire dove può arrivare questa squadra. Oggi abbiamo vinto meritatamente e le indicazioni sono state positive. Spero che questa squadra possa giocare allo stesso modo anche contro avversari più quotati. I nuovi si stanno inserendo bene e ora vedremo di completare l’organico con l’inserimento di una nuova punta. Vogliamo arrivare a raggiungere una media di due punti a partita per vedere questo Padova raggiungere posizioni migliori, perché fino ad ora credo che l’organico abbia espresso il 60%-70% delle proprie potenzialità. Il gruppo che abbiamo allestito ha secondo me le qualità per riuscire a mantenere un livello di rendimento che ci potrebbe far scalare posizioni portandoci stabilmente nella parte sinistra della classifica. I playoff? Sognare non costa nulla, ma se vorremo inserirci dovremo offrire qualcosa di più rispetto a quanto fatto fino ad ora”.

Altinier: “Sono contento, è arrivata una vittoria importante che cercavamo da tempo e che serviva come il pane. Sono tre punti che ci fanno proseguire il nostro cammino. E’ stata una settimana un po’ turbolenta: di Bucolo non spetta a me parlarne, mentre la perdita di Cunico invece è senza dubbio un brutto colpo sia dal punto di vista umano che dal punto di vista tecnico per l’intera squadra. A chi dedico il gol? Ai miei compagni, che mi hanno aiutato a segnarlo. Il nostro traguardo? Siamo attesi ora da una serie di partite difficili, solo dopo averle giocate capiremo dove può davvero arrivare questo Padova”.

Neto Pereira: “Era da un po’ di tempo che non vincevamo, per cui siamo contenti di aver trovato i primi tre punti del 2016. Il gol? Era importante sbloccare la partita, abbiamo applicato al meglio uno schema provato in allenamento. Tra l’altro prima della partita Pillon ci aveva rimproverato di non riuscire mai a trovare il gol su situazioni di palla ferma! L’esultanza? Ho abbracciato il mio amico Fabiano che in questo momento non sta trovando spazio. Credo sia stato un gesto che gli ha fatto piacere. Il caso Bucolo? Non è stato un bell’episodio. Il ragazzo in questo momento è sicuramente dispiaciuto, è stato sicuramente niente più che un momento di nervosismo. Spero tutto si risolva nel migliore dei modi”.

De Risio: “Bella partita da parte nostra: siamo stati compatti, potevamo chiuderla prima ma siamo ugualmente contenti. Sono felice di essere partito dal 1′, ma ora dovrò recuperare un po’ di tenuta fisica, dato che sono arrivato esausto al 70′. Questa squadra ha ampi margini di miglioramento, ma la prossima volta sarà bene chiudere prima la partita sfruttando al meglio le occasioni da gol che ci capiteranno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy