Sala stampa Mantova-Padova, Brevi: “Vincere non era semplice. Nel primo tempo atteggiamento blando”

Sala stampa Mantova-Padova, Brevi: “Vincere non era semplice. Nel primo tempo atteggiamento blando”

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni rilasciate nel postpartita dai protagonisti di Mantova-Padova.

Brevi: “E’ stata una gara condizionata dai problemi fisici degli attaccanti: Neto Pereira abbiamo dovuto sostituirlo, mentre Altinier ha un affaticamento muscolare. Entrando a freddo, De Cenco ci ha messo un po’ a entrare in partita, poi però ha fatto una grande partita. Comunque niente alibi, perché nel primo tempo l’atteggiamento della squadra era troppo blando. Pensavamo solo alla fase offensiva, mentre dietro correvamo decisamente meno. Ai ragazzi nell’intervallo questo l’ho fatto presente, infatti nel secondo tempo le cose sono cambiate e abbiamo portato a casa i tre punti. Oltre al gol, ricordo la doppia parata di Tonti su Madonna e Alfageme e anche l’occasione aerea di De Cenco. Sapevamo che non sarebbe stato semplice vincere questa partita, contro una squadra in salute. Oltretutto, ci siamo trovati un uomo schierato davanti alla difesa per chiuderci gli spazi. Dovevamo quindi essere bravi e svegli nella circolazione della palla, ma non sempre lo abbiamo fatto bene. Gli insulti del pubblico? Me li aspettavo, ci possono stare, non c’è problema. Che Venezia mi aspetto per mercoledì? Suppongo giochino Ferrari, Tortori e tutti gli altri che ieri erano in panchina. Noi invece dovremo verificare le condizioni di Neto Pereira, Altinier e Alfageme, anche lui in sofferenza per un affaticamento al flessore alla coscia destra. Come ripeto spesso, la Coppa Italia è una competizione che dipende molto dallo stato della rosa. Certo, quella di mercoledì è una gara importante e noi vogliamo fare bene, allo stesso tempo però utilizzeremo gli elementi in salute per non inficiare il nostro cammino in campionato”.

Sbraga: “L’importante era vincere contro una squadra ben messa in campo e rinforzatasi a gennaio. Giocare su questo campo non è semplice per nessuno, ma noi ci abbiamo creduto fino alla fine. Il 90’ toglie e il 90’ dà, viste queste ultime due partite. Sofferenza in difesa? Ci sta, perché di partite facili non ce ne sono. Da parte mia, cerco sempre di farmi trovare pronto, giocandomi le mie possibilità e dimostrando che la voglia di dare il cento per cento non manca mai”.

Alfageme: “Questo gol nei minuti finali è una bella rivincita dopo aver pareggiato domenica scorsa: finalmente la fortuna gira anche a nostro favore! Questo risultato dimostra che siamo stati concentrati fino al 95’. Il mio gol? La palla mi è rimasta vicina e ho cercato il tiro di controbalzo. E’ stata una bella liberazione. Al di là di questo, comunque, sono contento per i miei compagni, è a loro che dedico il gol. La cosa più bella è stata infatti l’esultanza della panchina, che è tutta scattata verso di me. Ora andiamo avanti, consapevoli che questo è un campionato davvero difficile. Purtroppo stanno vincendo un po’ tutte nelle prime posizioni e noi non dobbiamo essere da meno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy