Sala stampa Padova-Seregno. Brevi: “Dovevamo essere più concreti sottoporta. Testa bassa e lavorare per il campionato”

Sala stampa Padova-Seregno. Brevi: “Dovevamo essere più concreti sottoporta. Testa bassa e lavorare per il campionato”

Commenta per primo!

A breve dalla sala stampa dell’Euganeo le dichiarazioni dei protagonisti al termine di Padova-Seregno

Brevi: “Ci spiace perché tenevamo alla Coppa e giocare gare più impegnative ci avrebbe fatto bene per la condizione. Non avevamo i 90 minuti nelle gambe ma nel primo tempo quando abbiamo dominato dovevamo segnare. Siamo stati un pò sfortunati nelle tre occasioni in cui abbiamo preso i legni ma dovevamo certamente fare meglio. Siamo al 31 di luglio ed è normale non avere una condizione smagliante altrimenti vorrebbe dire che abbiamo lavorato troppo poco. Per infortuni vari tra Altinier e Germinale, non avevamo molte alternative nel reparto avanzato e alla lunga ne siamo stati penalizzati. Chiaramente se crei sei sette occasioni per segnare e non ne concretizzi neanche una alla lunga la paghi e questa è una delle cose da migliorare. Non ci attacchiamo a decisioni arbitrali o altro, dovevamo essere più concreti e cattivi sotto porta e questo è l’aspetto che questa sera mi ha deluso di più. Ora lavoriamo in previsione campionato, ci faremo trovare pronti per l’inizio tra tre settimane”.

De Risio: “Il calcio è anche questo, loro non hanno mai calciato in porta ma purtroppo hanno avuto la tenacia di non mollare e alla fine i rigori che sono sempre una lotteria li hanno premiati. Abbiamo fatto un buon primo tempo nel quale dovevamo trovare il gol data la mole di gioco che abbiamo creato. Ora dobbiamo ripartire con più cattiveria di prima e pensare al campionato. Partite come queste ci stanno e ti fanno capire che non bisogna mai mollare niente e non dare nulla per scontato. Impareremo da questa sconfitta e lavoreremo a testa bassa per farci trovare pronti per il campionato”.

Corti: “Ero stanco, non giocavo da febbraio ma ho tenuto fino ai supplementari anche se qui qualcuno non ci avrebbe creduto. Ho rivisto tanti miei compagni e dargli un dispiacere non è che mi abbia fatto felice, anche se per noi non è la Coppa Italia l’obiettivo ma il campionato. Il Padova l’ho visto bene nei primi 45 minuti e meritava probabilmente di andare in vantaggio, noi abbiamo fatto la nostra partita e abbiamo fatto quello che ci eravamo prefissati ovvero chiuderci e ripartire. Vincere qui per me è comunque una grossa soddisfazione, credo che il Padova sia una squadra attrezzata per fare bene in Lega Pro e averlo battuto nonostante sia solo fine luglio vuol dire che siamo sulla strada giusta”.

Gli altri risultati del primo turno di Coppa Italia:

Livorno-Juve Stabia 1-3 giocata venerdì
Lecce-Altovicentino 2-1 giocata sabato
Campodarsego-Maceratese 3-3 (6-7 d.c.r.) giocata sabato
Casertana-Tuttocuoio 3-2 d.t.s
Carrarese-Arezzo 1-2 d.t.s.
Alessandria-Teramo 2-1
Como-Montecatini 3-0
Padova-Seregno 0-0 (3-4 d.c.r.)
FeralpiSalò-Reggiana 2-3 d.t.s.
Ancona-Sudtirol 4-3
Bassano-Fidelis Andria 1-1 (5-3 d.c.r.)
Cosenza-Frattese 1-0
Modena-Francavilla 2-0
Matera-Caronnese 2-1
Foggia-Pontedera 3-1
Cremonese-Fermana 4-3
Pordenone-Grosseto 5-2
Siena-Messina 0-3

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy