Sala stampa Pordenone-Padova, Pillon amareggiato: “Non meritavamo di perdere. L’arbitro? Errori del genere non si possono commettere…”

Sala stampa Pordenone-Padova, Pillon amareggiato: “Non meritavamo di perdere. L’arbitro? Errori del genere non si possono commettere…”

Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Pordenone-Padova nel postpartita, raccolte dai colleghi di Tv7.

 

Pillon: “Bene da parte nostra sia il secondo tempo che la fine del primo. Il gol a freddo ci ha sicuramente storditi, poi però la reazione c’è stata. I ritmi sono stati alti, ma purtroppo il calcio va così. Dal venticinquesimo minuto abbiamo infatti preso in mano il pallino del gioco, ed alla fine posso affermare che la nostra sconfitta odierna sia stata per noi immeritata. L’arbitro? C’era fuorigioco su entrambi i gol del Pordenone. Non si possono commettere errori del genere… Se in più ci mettiamo una buona dose di sfortuna con la traversa di Fabiano, beh, ecco motivata la mia amarezza. La classifica? Pensiamo alla Cremonese, poi si vedrà. Inutile fare calcoli se poi bastano un paio di episodi sfavorevoli per decidere le partite”.

Bergamin: “Quella di oggi è stata la classica gara decisa dagli episodi. Potevamo vincerla come anche perderla. Ma l’importante è stato che la squadra abbia dimostrato grande voglia di fare risultato. Il primo gol ci ha indubbiamente condizionato, per quanto riguarda il secondo devo ammettere di non aver ancora ben capito come sono andate le cose… Sono convinto comunque che gli arbitri agiscano sempre in buona fede, ed anche gli errori fanno parte del gioco. Ora comunque ripartiamo con la stessa concentrazione e la stessa tranquillità di queste settimane, perché l’obiettivo non è ancora perduto. D’altra parte oggi non siamo apparsi né stanchi né in difficoltà, ed il nostro secondo tempo lo dimostra. I settecento tifosi? Molto belli da vedere c’è stato interessante spettacolo sia sugli spalti che in campo”.

Altinier: “Purtroppo il mio gol non è servito ai fini del risultato, anche se ha contribuito a riaprire la partita. Al di là della sconfitta la prestazione della squadra è stata buona, ed onestamente sentivamo di meritare il pareggio. Abbiamo messo in campo grande carattere e grande intensità in una partita sin da subito in salita. La strada insomma è quella giusta: continuiamo così e pensiamo subito alla Cremonese. Non facciamo drammi e non molliamo un centimetro”.

Fabiano: “La squadra oggi ha dimostrato carattere e ha lottato fino alla fine: questa è la nota positiva. E nulla è ancora perduto, perché mancano ancora sette partite ala fine. Guardiamo quindi avanti, perché non sarà certo la sconfitta odierna a farci mollare la presa. Il secondo gol? I compagni mi hanno detto che era fuorigioco, ma non mi sembra il caso di fare polemiche. La traversa? Mi ero coordinato bene ma non sono stato fortunato. Oggi è andata così”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy