Tagliato Bucolo dalla lista, decisione (pare) irreversibile

Tagliato Bucolo dalla lista, decisione (pare) irreversibile

Commenta per primo!

Niente da fare, Saro Bucolo è ufficialmente un separato in casa nella rosa del Padova. E, per quanto il regolamento ammetta ripensamenti, sembra che la decisione sia irreversibile (la lista presentata oggi alla Lega è di 23 giocatori). Il ds De Poli ha provato a ricucire lo strappo, la dirigenza però, raccolte le testimonianze riguardo l’episodio dell’alterco tra il centrocampista e l’allenatore Pillon, e “ricostruita” la vicenda, ha deciso, con cognizione di causa, di proseguire con la linea intransigente. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata il rifiuto del giocatore, durante l’ultimo giorno di mercato, di ben tre squadre che si sono mostrate interessate ad acquistarlo. Il Rimini, in particolare, si è fatto avanti con decisione, offrendo a Bucolo un contratto di tutto rispetto. La società non ha gradito il rifiuto del giocatore, intendendolo come un (inutile) gesto di sfida. “Lei non si deve permettere di mettersi contro di me” avrebbe poi detto Bucolo con tono minaccioso, rivolgendosi (probabilmente) alla persona sbagliata all’interno della società. Il Padova perde un buon giocatore, Bucolo da parte sua sarà costretto (salvo ripensamenti a questo punto molto difficili da pronosticare) a rimanere fermo cinque mesi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy