Teramo-Padova, Zamuner: “Bisoli non lascia nulla al caso, la squadra gioca bene e ha personalità. E sabato…”

Teramo-Padova, Zamuner: “Bisoli non lascia nulla al caso, la squadra gioca bene e ha personalità. E sabato…”

Commenta per primo!

La soddisfazione del dg biancoscudato Giorgio Zamuner, per i frutti che sta raccogliendo il Padova, traspare in modo evidente dalle sue parole, intervistato da Il Mattino: “Aver rimediato ad una partenza leggera (vedi gol subìto) è il segnale che la squadra ha carattere, cosa molto positiva. Due sono stati gli episodi molto belli: il fatto che al novantesimo siamo ripartiti con ben cinque giocatori per andare a caccia del terzo gol, e poi il fatto che tutta la squadra, compresa la panchina, abbia esultato insieme ad ogni gol segnato. Un segnale che fa capire che c’è grande coinvolgimento da parte di tutti, giovani compresi, e grande coesione e partecipazione”. A due punti dalla vetta, sabato a Teramo potreste prendervi il primo posto. Ci pensate? “L’importante è dare innanzitutto continuità ai risultati: andare in testa al girone, anche se solo per 24 ore, sarebbe una grande iniezione di fiducia, ma l’obiettivo principale che ci siamo posti e quello di essere continui, e questo non significa vincere sempre. Anche un pareggio, a volte, può rappresentare un segno di continuità, utile per consolidare la consapevolezza e la mentalità della squadra”. In queste vittorie, dove vede la mano dell’allenatore? “Bisoli non lascia nulla al caso, fa lavorare tanto la squadra infondendole certezze. Il gruppo ha una sua identità, gioca bene e tiene il campo, ha acquisito personalità e responsabilità”. Quali, invece, i meriti dei giocatori? «I meriti secondo me vanno equamente divisi. La squadra ora ha recepito i messaggi del tecnico e li sta portando in campo. Sono contento di aver costruito un gruppo solido: a inizio stagione avevamo cercato giocatori con determinate caratteristiche, creando una squadra più competitiva possibile. I risultati, finora, stanno premiando le nostre scelte». Un flash sulla situazione di Cisco, ragazzino ormai inserito in pianta stabile nel giro dei grandi: “E’ in addestramento tecnico – spiega Zamuner – il che significa che se farà 17 partite in campionato gli scatterà automaticamente il contratto, ma se anche non le facesse il Padova ha la facoltà di fargli tre anni di contratto entro la prossima estate senza che nessun’altra società possa intromettersi. Lo sistemeremo come merita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy