Vigilia Albinoleffe-Padova, Brevi: “Ci vorrà spirito combattivo e concretezza offensiva”

Vigilia Albinoleffe-Padova, Brevi: “Ci vorrà spirito combattivo e concretezza offensiva”

Commenta per primo!

Albinoleffe-Padova, è giorno di vigilia. In programma questa mattina ai campi della Guizza, prima della consueta rifinitura, la conferenza stampa di mister Brevi. Il tecnico parlerà ai cronisti a partire dalle 10.45.

Queste le sue dichiarazioni: “La sfida di domani segnerà il termine della prima parte del campionato. Sarà una gara difficile e importante, e ci permetterà di arrivare ai sette-otto giorni di pausa che ci aspettano prima di preparare la seconda parte della stagione. E’ anche per questo che vogliamo fare risultato. L’Albinoleffe? È una squadra che ha dei valori, compatta e aggressiva. Noi dovremo sfruttare le nostre qualità ed essere all’altezza di quella cattiveria agonistica che ci troveremo di fronte. Il loro modulo, oltretutto, è simile al nostro, e quando si gioca a specchio acquisiscono importanza i duelli individuali: più ne vinci, più hai possibilità di vincere la partita. All’andata i ragazzi avevano creato molto, l’Albinoleffe era andato in vantaggio alla prima occasione utile e alla fine avevamo perfino rischiato di perdere. Anche oggi, effettivamente, di situazioni da gol ne creiamo, ma dobbiamo cercare di essere più concreti. Le defezioni? Fortunatamente recuperiamo Mandorlini, ma l’assenza di De Risio e la squalifica di Dettori qualche problemino ce lo creano. Per caratteristiche, credo che in un 3-5-2 possa essere Mandorlini a giocare sul centrosinistra. Anche questa settimana abbiamo come al solito studiato un paio di soluzioni alternative, vedremo se sarà il caso di utilizzarle sin dall’inizio o in corso d’opera. Le partite durante le festività? Facciamo un lavoro particolare che ci porta ad essere liberi solo il lunedì, come i parrucchieri. Sinceramente lavorare il sabato o la domenica non mi crea grossi problemi, ormai siamo abituati… Cappelletti o Sbraga? Sono entrambi potenziali titolari. Andrea, quando è stato chiamato in causa, ha fatto bene, per cui non ho ancora deciso. Al di là dei singoli, cerco sempre di mettere in campo chi sta meglio sotto tutti i punti di vista”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy