Vigilia Alessandria-Padova, Pillon: “Sarà una bella partita, andiamo lì per giocarcela. Non abbiamo nessun alibi, saremo pronti”

Vigilia Alessandria-Padova, Pillon: “Sarà una bella partita, andiamo lì per giocarcela. Non abbiamo nessun alibi, saremo pronti”

Le parole dell’allenatore biancoscudato alla vigilia della gara di domani

Commenta per primo!

Allenamento di rifinitura stamane ai campi della Guizza per il Padova di Giuseppe Pillon in vista della gara di domani alle 15 al “Moccagatta” di Alessandria. La squadra ha svolto la seduta odierna lavorando principalmente dal punto di vista tattico e le indicazioni di ieri sono state confermate. I biancoscudati scenderanno in campo con il consueto 4-4-2: Petkovic tra i pali, Dionisi, Diniz, Fabiano e Favalli in difesa, Ilari, Corti, Bucolo e Petrilli in mezzo, Altinier e Neto Pereira davanti. Ecco le dichiarazioni di mister Pillon al termine dell’allenamento: “Abbiamo bisogno di trovare la continuità di risultati per tirarci fuori da questa posizione di classifica, sappiamo delle difficoltà di questa partita ma andiamo lì per giocarcela. Ho visto che loro sono in buona forma, come hanno dimostrato anche in Coppa Italia contro squadre di blasone come Palermo e Genoa, noi però non dobbiamo fasciarci la testa prima del tempo, andremo lì per metterli in difficoltà e giocarci come sempre la nostra partita. Sarà importante pressare il loro portatore di palla, tenere un ritmo alto e non farli ragionare perché altrimenti la partita diventa difficile, poi dovremo essere bravi a ripartire negli spazi che ci concederanno perché loro alzano molto la linea difensiva e noi ne dovremo approfittare. La squadra sta bene, Fabiano ha recuperato dal piccolo problemino che ha avuto, come Neto anche se avendo lavorato con noi meno di una settimana la sua condizione non sarà ottimale ma ha sui sessanta-settanta minuti di autonomia, valuteremo nel corso della partita se sarà necessario sostituirlo o meno. Non abbiamo nessun alibi per quanto riguarda la condizione fisica, il nostro lavoro è farci trovare pronti quando è il momento e domani non ci saranno scusanti da questo punto di vista né per me né per la squadra. La sfida di domani è tra il Padova e l’Alessandria, non tra me e Gregucci, noi cerchiamo di mettere del nostro durante la settimana come ogni allenatore. Pensiamo una partita per volta, domani c’è l’Alessandria poi penseremo alla Reggiana, mi piace giocarmi ogni partita, senza fare calcoli. Domani troveremo una squadra con tre attaccanti di assoluto valore, Bocalon, Marras e Fischnaller, che conosco perché lo ho avuto a Reggio Calabria, hanno qualità e sfruttano molto l’ampiezza del campo permettendo anche l’inserimento delle mezzali negli spazi, aspetto in cui sono molto bravi. Si vede che hanno un’identità precisa di squadra, con dei movimenti già determinati che ripetono perché alla base c’è una grande lavoro. Ho giocato a 19 anni ad Alessandria, al mio primo anno da professionista dopo tre anni nelle giovanili della Juve, conosco bene il Moccagatta e so che il tifo si sente perché lo stadio è racchiuso. Sarà una bella partita sotto tutti i punti di vista, sia da quello emotivo che da quello tattico e noi ci faremo trovare pronti anche da questi aspetti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy