Vigilia Pescara-Padova, Pillon: “Quei cinque minuti dell’andata ci sono serviti da lezione. Domani mi aspetto grande ritmo”

Vigilia Pescara-Padova, Pillon: “Quei cinque minuti dell’andata ci sono serviti da lezione. Domani mi aspetto grande ritmo”

di Redazione PadovaSport.TV

L’allenatore del Pescara Bepi Pillon ha parlato oggi in conferenza stampa alla vigilia della sfida con i biancoscudati: “Abbiamo provato varie soluzioni per sostituire Balzano – ha detto, parlando di probabile formazione – devo valutare anche come sta Campagnaro, deciderò tutto domani mattina. All’andata con il Padova abbiamo regalato due punti facendo però una grande gara, fino a quei 5 minuti fatali avevamo fatto forse la miglior gara. Un risultato che ci è servito da lezione. Il reparto difensivo ha sempre fatto benissimo, Brescia a parte. Sono certo che chiunque andrà in campo domani, farà bene. Il Padova ha cambiato tanti giocatori, sono arrivati calciatori esperti che sanno come gestire i momenti di difficoltà e domani farà una partita di grande ritmo dove proverà a non concederci spazi. Sarà una delle gare più difficili da affrontare. Bisoli è un allenatore bravo ed esperto, saranno molto importanti le palle inattive, e dovremmo essere bravi a non sbagliare e a concretizzare immediatamente tutte le occasioni che ci capiteranno. Noi, in ogni caso, giocheremo come sappiamo. Partita del cuore? Ho giocato e allenato a Padova, ma quando si scende in campo non si guarda in faccia nessuno. Il Presidente ha detto che vuole la promozione diretta? Io penso ai miei obiettivi e a quelli della squadra. Prima ci mancano 2 punti per la salvezza, poi punteremo ai play off. Io penso questo, poi il Presidente può fare e dire quello che vuole. Per noi è importante l’entusiasmo del nostro pubblico, perché se dobbiamo puntare ai play off c’è bisogno del dodicesimo uomo in campo e solo i nostri tifosi possono aiutarci”.

Leggi anche > Pescara-Padova, le probabili formazioni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy