Vigilia Renate-Padova, conferenza stampa Bisoli: “Squadra molto concentrata, vogliamo partire col piede giusto in questo campionato”

Vigilia Renate-Padova, conferenza stampa Bisoli: “Squadra molto concentrata, vogliamo partire col piede giusto in questo campionato”

di Marco Lorenzin

Ecco le parole di Bisoli sulla sfida di domani contro il Renate, esordio stagionale in LegaPro per il Padova: “Ho visto una squadra molto concentrata, vogliosa di andare a Renate e partire col piede giusto. Vogliamo essere protagonisti in questo campionato, come merita questa società e questa piazza, e per far questo dobbiamo partire col piede giusto. Tutte le partite che vado ad affrontare col Padova per me sono emozionanti, e questo significa che ho ancora amore verso il calcio. So di essere in una piazza importante e che ci sono grandi aspettative, chiedo però di avere un po’ di pazienza: i campionati non si vincono né alla prima né alla seconda di campionato, ma alla fine e noi alla fine saremo lì dove dovremo essere. Loro vengono da due partite di coppa giocate molto bene, sarà una squadra molto garibaldina, ci verranno a pressare alti. Mi hanno detto che il loro campo è abbastanza ostico, piccolo, dovremmo essere pronti alla battaglia, senza snaturare però le nostre caratteristiche, anche se loro proveranno a metterci in difficoltà. I campionati non si vincono col bel gioco, ma con l’essere cinici e cattivi sotto porta. L’obbiettivo chiaramente rimane quello di proporre un bel gioco, perché alla lunga questo ti porta a vincere le partite, ma dobbiamo essere consapevoli che non sarà sempre possibile averlo e dobbiamo quindi anche saper vincere le partite quando si giocherà male, giocando un calcio sporco e di sofferenza. È più facile giocare bene e perdere che giocare male e vincere, ve lo dico. Parlando della condizione della squadra, qualche problemino lo abbiamo. Tabanelli ha spinto troppo per mettersi alla pari col gruppo e ora ha questo problema. Marcandella anche sarà fuori, Candido ad oggi deve essere gestito e costruito sul piano fisico, e quindi qualche turno di riposo bisogna concederlo, ma comunque domani sarà convocato. Ricordo che domani avrò a disposizione cinque sostituzioni, che per me sono molte, ma queste mi daranno la possibilità di stravolgere quasi la squadra, e quindi anche chi viene in panchina deve essere in grado di darmi qualcosa di importante“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy