Niente derby senza Tessera

Niente derby senza Tessera

Commenta per primo!

Niente derby a Cittadella domenica per i supporter biancoscudati privi della Tessera del tifoso. Un provvedimento che per questo appuntamento non ha precedenti, anche perché tra le due tifoserie non vi è una vera e propria rivalità e che lascia sicuramente l’amaro in bocca, dato che priva l’evento di una componente importante, ma parlare di fulmine a ciel sereno sarebbe comunque improprio.

È chiara infatti la volontà dell’Osservatorio nazionale per le manifestazioni sportive per l’attuale stagione di incentivare ulteriormente il possesso della Tessera, e non a caso il divieto alla trasferta è diventato la regola per chi non ne è munito al di là delle problematiche che possono presentare le singole gare. Richiesto congiuntamente più di quindici giorni fa dalle due società, che avevano definiti i vari aspetti logistici, si sperava comunque in un via libera, non arrivato in precedenza per la partita di Coppa Italia a Bologna, arrivato e clamorosamente revocato, nonostante in molti avessero nel frattempo acquistato il biglietto, per quella a Genova con la Sampdoria. Niente da fare, invece, anche perché il nuovo Questore di Padova Vincenzo Montemagno, che si è insediato nei giorni scorsi, ha lasciato in tal senso pochi spiragli, in un quadro che è andato poi ulteriormente complicandosi sabato scorso quando, alla presentazione della squadra, un petardo e qualche fumogeno lanciati dai ragazzi della tribuna Fattori hanno costretto tre giovani a farsi medicare.

Nessun limite per chi è in possesso della Tessera che può acquistare già da ieri i biglietti nei seguenti punti Ticketone. In città: Agenzia Viaggi Palmasol, via Sorio 14; Coin, via Altinate 16/8; Tabaccheria Polizzotto, via Montà 157/C; Totoricevitoria “Casa Fortuna” al centro La Corte di Mortise; agenzia viaggi Medusa, via Portello 2. In provincia: Toto Abano, viale delle Terme 87 Abano; Bar Marilyn, via San Fermo 1 Este; tabaccheria ECS, Borgo Bassano 85 Cittadella.

Nella città murata ci si può recare anche nella sede granata in orario d’ufficio. Questi i prezzi praticati: curva ospiti (capienza 1.140 posti) e gradinata est 13 euro; tribuna ovest scoperta 25; tribuna ovest coperta 35; tribuna fedelissimi e tribuna sostenitori 45.

Se non si è tesserati, si potrà assistere al derby solo se residenti a Cittadella e nei comuni confinanti della provincia di Padova (cartina alla mano, San Giorgio in Bosco, Fontaniva, Carmignano, Galliera e Tombolo) e Vicenza. Oggi è comunque prevista una riunione del Gos che dovrebbe meglio specificare ogni aspetto legato alle prevendite e all’ordine pubblico, precisando meglio – almeno si spera – l’elenco dei Comuni i cui residenti potranno seguire il derby senza limitazioni. I ragazzi della tribuna Fattori, che si aspettavamo un simile diniego, valuteranno il da farsi nelle prossime ore.

Amareggiato, ma non sorpreso, pure l’amministratore delegato del Padova Gianluca Sottovia. «Insieme al Cittadella – esordisce – avevamo fatto di tutto perché arrivasse il via libera ed era pure arrivato un ok preventivo della Questura. Ci dispiace che molti nostri supporter non possano seguire questo atteso appuntamento. Vedremo di affrontare l’argomento in sede di Lega perché i tifosi sono il patrimonio delle società. Vista la linea dura intrapresa dall’Osservatorio, dobbiamo però muoverci di sistema».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy