Padova, giorni decisivi tra campionato, situazione societaria e stadio

Padova, giorni decisivi tra campionato, situazione societaria e stadio

Tra Padova e Giorgione c’è un passato che non smette di venire a galla e un futuro tutto da scrivere. È stata una settimana intensa e ricca di colpi di scena, quella che ha accompagnato il popolo biancoscudato dal trionfo di Trieste alla prima di due sfide casalinghe che possono mettere in ghiaccio il campionato. Una settimana in cui si è parlato poco della vittoria al “Rocco” e della partita di oggi contro il Giorgione. Ma questo non è detto che sia un male, visto che ci si sta avvicinando a grandi passi al rush finale e farlo a riflettori bassi va tutto a vantaggio dei ragazzi di Parlato. Una settimana vissuta con l’euforia del 3-1 rifilato alla Triestina, il cui unico intoppo è stato l’infortunio a Cunico, che per la prima volta in stagione sarà costretto a saltare una partita casalinga. Un piccolo guaio, non essendoci alcun giocatore in rosa dalle caratteristiche simili a quelle del capitano, anche se il Padova, fin qui, ha dimostrato di essere in grado di adattarsi a qualsiasi situazione e assetto. Ma come dicevamo, le luci in settimana sono state puntate altrove. Anzitutto alla situazione drammatica, economicamente parlando, che sta vivendo il Calcio Padova 1910. Il sindaco Bitonci ha voluto smuovere le acque e dopo aver minacciato di presentare istanza di fallimento è stato subito contattato dai legali della Unicomm. Quella che inizia domani potrebbe essere una settimana decisiva in tal senso, con il primo cittadino che punta a definire l’accordo con l’Acp 1910 (altrimenti partirà l’istanza) e compiere il passo decisivo per consegnare alla Biancoscudati Padova, nome e logo storici. Bergamin e Bonetto a questo appuntamento vogliono prepararsi in bello stile e a tal proposito non sono da sottovalutare le dichiarazioni rilasciate da entrambi i soci. «Dopo Pasqua ci saranno novità«, si sono augurati, e in queste settimane presidente e amministratore delegato contano di imbarcare forze fresche, in termini di capitali e risorse umane, per la prossima stagione. Stagione che potrebbe essere giocata in uno stadio Euganeo parzialmente rinnovato. Venerdì a Palazzo Moroni si è riunita la Commissione Sport, con l’assessore Rampazzo che ha messo a bilancio per il 2016, 250mila euro per la costruzione di una nuova curva sud a ridosso del campo. La minoranza Pd ha chiesto che il progetto fosse illustrato nei dettagli, assieme al piano per la riqualificazione dello stadio Appiani, e nelle prossime settimane l’assessore allo sport dovrebbe chiarire i contorni dell’operazione e svelare anche in che modo sarà costruita la curva. Anche se il passo decisivo, per un’operazione tanto attesa dai tifosi biancoscudati, si terrà il 2 aprile, quando il consiglio comunale dovrà approvare il bilancio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy