PADOVA, IL PUNTO SUL MERCATO

PADOVA, IL PUNTO SUL MERCATO

Che la situazione assai complessa ai vertici della società tenesse sotto scacco il mercato del Padova era assai prevedibile. Una prima conferma è arrivata ieri. Le operazioni condotte in queste ore a Milano dall’attuale direttore generale Gianluca Sottovia vanno tutte lette come un segno inequivocabile di quello che sta accadendo ai vertici del club e dell’impossibilità, almeno per il momento, di poter programmare una strategia per la prossima stagione. Ecco spiegati il ritorno di Darmian al Milan, il prevedibile rientro di Bonaventura a Bergamo, la rinuncia a esercitare le opzioni su Mirco Gasparetto con il Chievo e su Daniele Gasparetto con l’Atalanta. E ancora: Morosini torna all’Udinese, Ben Djemia rientra al Genoa. Restano in ballo Matias Cuffa con il Portogruaro, per cui Sottovia sta tentando in ogni modo di evitare l’epilogo alle buste, Francesco Renzetti, la cui situazione è appesa a un filo e legata ovviamente alla possibile ma complessa intesa fra Cestaro e Preziosi. L’ipotesi di cui si è parlato ieri è quella di un rinnovo della comproprietà, ma le parti hanno deciso di aggiornarsi. Vi riferiamo, inoltre, un’indiscrezione trapelata nella giornata di ieri e che abbiamo tentato inutilmente di verificare. Una fonte vicina a un giocatore del Padova sostiene che Salvatore Bruno, centravanti appena svincolatosi dal Modena, avrebbe già trovato casa nella città del Santo in vista della prossima stagione e di un accordo già abbozzato e definito con il club biancoscudato. Il telefonino del giocatore ieri ha squillato a vuoto per tutto il pomeriggio. Sempre nel campo delle ipotesi da Ancona rimbalza la notizia dell’interesse del Padova per il centrocampista Catinali. Il procuratore del centrocampista conferma, ma spiega che ci sono altri club interessati. Capitolo direttore sportivo e allenatore. Adesso tocca a Cestaro la prossima mossa. Terrà Sottovia nel ruolo di direttore generale e sceglierà un direttore sportivo puro? L’orientamento pare essere questo, in pole – position c’è ancora Rino Foschi, ma spunta pure il nome di Fabio Lupo, che si affianca a quello di Carlo Osti. E l’allenatore? Cosmi, Malesani e Novellino smentiscono contatti, Gregucci ha visto Cestaro in un’occasione, ma poi non c’è stato un seguito. Se il prescelto fosse Foschi o Osti, l’ipotesi più plausibile porta a De Biasi in panchina. Ballardini, sondato in queste ore, costa troppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy