PADOVA, OGGI SAREBBE SPAREGGIO CON LA REGGINA

PADOVA, OGGI SAREBBE SPAREGGIO CON LA REGGINA

Nove partite da giocare, per il Padova 4 in casa e 5 in trasferta, 27 punti in palio. La permanenza diretta in B dista due lunghezze contro le tre effettive, considerando il saldo passivo negli scontri diretti con il Vicenza, della scorsa settimana, ma rispetto a sette giorni fa si registra il sorpasso della Reggina che porta i biancoscudati dal precedente quint’ultimo posto – erano a pari merito con Gallipoli e Mantova, ora un gradino sotto, con migliore classifica avulsa – all’attuale quart’ultima posizione.

Il verdetto di oggi sarebbero i play out proprio con la Reggina, che tuttavia, per effetto della migliore graduatoria, si salverebbe con due pareggi o con un successo e una sconfitta con identico scarto. 38 i punti del Padova, che oltre ai calabresi (39) ha nel mirino Frosinone e Vicenza a quota 40. In caso di arrivo a pari merito con i ciociari, il saldo negli scontri diretti è in parità (2-2 al Matusa, 0-0 all’Euganeo) e subentra dunque la differenza reti complessiva che vede i biancoscudati nettamente più avanti (-2 contro i -14 dei concorrenti). Quanto ai berici, le due lunghezze di vantaggio sono virtualmente tre, ricordando il loro successo all’Euganeo, ma si deve ancora giocare il ritorno al Menti il 24 aprile. Possono sentirsi tranquille le altre formazioni? La risposta è no, soprattutto per Triestina (42) e il quintetto a quota 44 con Albinoleffe, Ascoli, Crotone, Piacenza e Modena. Il Padova affronterà alla terz’ultima e penultima giornata i marchigiani e i bergamaschi, e tali sfide potrebbero diventare veri e propri spareggi salvezza, o in alternativa impegni con avversarie tranquille. Sono ancora da disputare 29 scontri diretti, elemento che incide, abbassandola, sulla soglia salvezza, che parametrata sull’andamento della passata stagione dopo 33 gare, dovrebbe aggirarsi sui 51, 52 punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy