Padova-Sacilese, Thomassen al posto di Niccolini

Padova-Sacilese, Thomassen al posto di Niccolini

Il rush finale del campionato è alle porte: cinque gare a disposizione per mettere insieme gli otto punti necessari alla conquista della matematica promozione. E la temperatura, anche in spogliatoio, dopo la vittoria di Chioggia e i giorni di vacanza pasquali torna ad alzarsi. Oggi, alle 15, il Padova si ritroverà alla Guizza agli ordini di Carmine Parlato per il penultimo allenamento settimanale: dopo mesi di venerdì liberi, l’allenatore biancoscudato richiama i suoi sul campo, e lo fa alla vigilia di una gara fondamentale. Domenica all’Euganeo contro la Sacilese i biancoscudati, privi dello squalificato Niccolini che sconterà la prima delle tre giornate di stop, ospitano una delle avversarie più temibili di questo finale di stagione. E i dubbi di Parlato, con il rientro di capitan Cunico, sono tanti. In retroguardia il Padova non dovrebbe essere stravolto: al centro della difesa, vicino a Sentinelli, è pronto Thomassen, mentre sugli esterni saranno confermati Salvadori e Busetto, dal momento che Bortot clinicamente è guarito ma necessiterà di qualche giorno di allenamenti per recuperare al meglio la condizione fisica. In mezzo al campo e in avanti, invece, le possibilità di scelta sono diverse e solo gli ultimi due allenamenti scioglieranno i dubbi. Ieri pomeriggio, alla Guizza, Parlato ha mescolato le carte nel corso dell’amichevole organizzata all’ultimo minuto contro una selezione di giocatori provenienti da vari paesi dell’Africa: nel 9-1 finale sugli scudi Zubin, Petrilli e Amirante con una doppietta a testa, arrotondata poi dalle reti di Denè, Degrassi e Sentinelli. Ancora nessuna novità, invece, in merito all’infortunio di Sebastiano Aperi: il guaio al ginocchio destro sembra meno grave del previsto, ma la diagnosi ufficiale arriverà solo nella giornata di oggi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy