Parola, dalla A con il Cagliari allo scontro con il capo-ultrà 

Parola, dalla A con il Cagliari allo scontro con il capo-ultrà 

Un’iniezione di esperienza e di carisma nella rosa di mister Parlato arriverà presto, salvo imprevisti o intromissioni last minute di altre squadre (motivo ricorrente in queste ultime settimane), con l’ingaggio di Andrea Parola. Il centrocampista pisano, 35 anni, vanta una lunga militanza tra serie A, B e Lega Pro, è un centrale che può fare il play davanti alla difesa, oppure l’interno mancino a centrocampo, con compiti sia di costruzione che di rottura del gioco. Il punto più alto della sua carriera è datato 2005/06, stagione in cui debutta in serie A con ben 32 presenze. Poi Sampdoria, Cagliari, Novara (nella stagione della maledetta finale play-off contro il Padova di El Shaarawy) e Piacenza. Dell’esperienza in Emilia, Parola ricorderà soprattutto l’incontro-scontro con il corpulento capo-ultrà Davide Reboli, che insieme ad altri tifosi fece irruzione durante una seduta di allenamento, dopo una serie di risultati negativi della squadra e una situazione societaria piuttosto traballante (preludio al fallimento, avvenuto qualche mese più tardi). “Non osare sfidarmi” urlava Reboli in faccia al centrocampista, che cercava di spiegare le proprie ragioni, in un video già cult sul web e che vi riproponiamo qui sotto (minuto 1.06):

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy