Piacenza-Padova, le pagelle

Piacenza-Padova, le pagelle

Agliardi 6.5: Sbroglia in un paio di occasioni delle matasse alquanto ingarbugliate. E poco ci manca che respinga il rigore…

Crespo 6.5: Poco impegnato in fase difensiva, ha il merito di conquistare con furbizia il rigore del momentaneo 1-0. Esce claudicante.

(Cappelletti 5.5): “Macchia” l’esordio giocando male la palla che porta al definitivo pareggio piacentino. Peccato, perché i numeri ce li ha.

Cesar 6: Nota positiva: ha ritrovato la brillantezza smarrita nella scorsa stagione. Rovescio della medaglia: sul 2-2 lascia troppo libero Cacia.

Legati 5: Ad un primo tempo impeccabile fa da contraltare una ripresa a dir poco negativa, “condita” dalla sciagurata espulsione.

Renzetti 6.5: Consueto pendolino sulla fascia sinistra, si muove con disinvoltura anche nelle fasi concitate dell’incontro.

Gallozzi 6.5: È alla sua prima partita in cadetteria, eppure gioca come un veterano, smistando palloni e non togliendo mai la gamba. Gran bella scoperta.

Vicente 6: Più che a centrocampo stupisce quando viene arretrato per sopperire all’inferiorità numerica. Autentico jolly, può essere l’arma in più di questo Padova.

Bovo 6: Consente a Succi di realizzare la sua personale doppietta imbeccandolo alla perfezione. Il resto è ordinaria amministrazione.

Di Gennaro 6: Le sue doti tecniche non si discutono, ma la lentezza con cui si libera del pallone è spesso eccessiva.

(Jidayi 6.5): Il suo ingresso dona stabilità alla manovra e sicurezza ai compagni di reparto.

Succi 7.5: Freddo dal dischetto, letale a tu per tu col portiere. Risultato: sei reti in altrettante partite. Rickler se lo sognerà di notte…

Vantaggiato 6.5: Si muove lungo tutto il fronte d’attacco, creando spazi per i vari Succi e Di Gennaro. Tutto un altro “Torello” rispetto a quello dello scorso in campionato.

(Di Nardo s.v.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy