Rocchi: “Si ricomincia con un nuovo campionato, ogni partita farà  storia a sé”

Rocchi: “Si ricomincia con un nuovo campionato, ogni partita farà  storia a sé”

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni raccolte dal sito ufficiale di Tommaso Rocchi, nella conferenza stampa di oggi pomeriggio a Bresseo: 

“In questi giorni di sosta abbiamo ricaricato le pile, ora dobbiamo prepararci per cominciare un nuovo campionato visto che bisogna fare decisamente meglio. Mi preparerò regolarmente coi miei compagni, sono pronto e sto bene. In queste due settimane mi metterò alla pari con tutti, è come se fosse un nuovo inizio! Non dobbiamo cancellare il girone d’andata, ma voltare pagina, perché ci aspetta un ritorno difficile. Ogni partita farà storia a sé e sarà ovviamente difficile. Dobbiamo prendere esempio dagli errori fatti nelle prime 21 partite e migliorare. Fare ora una lista di ciò che non ha girato o non è andato non credo sia corretto… Per raggiungere certi obiettivi serve applicazione da parte di tutti, ma proprio tutti! Abbiamo le qualità per poter migliorare la nostra situazione. La classifica è ancora abbastanza corta e rimediabilissima, ma dobbiamo partire subito bene per prendere fiducia. Le ultime partite del girone d’andata sono state decise da episodi, vuoi anche per nostre disattenzioni, ma non abbiamo demeritato! Certo che se le cose non vanno per il verso giusto sta a noi in primis cercare di farle cambiare. A gennaio c’è la possibilità di intervenire, e la società col mister avrà fatto le sue valutazioni per migliorare la squadra. Vivo questa finestra ed il mercato estivo da molte stagioni, fa parte del gioco e l’importante è che i giocatori e le società siano chiare. Se un giocatore vuole cambiare aria o una società vuole acquistare qualcuno è bene che lo faccia il prima possibile. Secco? La squadra ha appreso la sua decisione in modo professionale, com’è giusto che sia. Personalmente mi dispiace ma se è successo vuol dire che è stato preso di comune accordo. Il ritorno in campo? Col Siena mi sono trovato bene, con l’Avellino un po’ meno perché è arrivata dopo tre giorni e pativo un po’ la stanchezza, anche se il tornare in campo è ciò che più conta. Io ora non vedo l’ora di iniziare il girone di ritorno. Ho voglia di fare bene, di giocare e di segnare, ne avevo alla Lazio e all’Inter e ne ho in maniera immutata anche qua a Padova! Bisogna innanzitutto dare il massimo in ogni partita, poi se segno è un qualcosa in più che gratifica”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy