Sacrificato Raimondi, l’attaccante fatto in casa

Sacrificato Raimondi, l’attaccante fatto in casa

Commenta per primo!

Solo in una situazione di emergenza come l’attuale è concepibile il “sacrificio” di un attaccante di 23 anni come Andrea Raimondi (sarà lui, come noto, a liberare il prezioso posto in lista), per poter ingaggiare un giocatore esperto dal curriculum prestigioso ma che di anni ne ha 36, come Tommaso Rocchi. E’ stata per la dirigenza una scelta dura, difficile, dettata dall’esigenza di tornare competitivi nel brevissimo tempo, accantonando in questo caso la possibilità di valorizzare un talento del nostro vivaio e magari, in futuro, monetizzarlo. Via Raimondi dunque, a Padova dal 2002 con tutta la trafila a seguire: Esordienti, Giovanissimi, Allievi, Beretti, e prima squadra. Quattro gol da incorniciare l’anno scorso, due derby vinti da solo. Un po’ ci mancherà. L’augurio, nel futuro, è di non trovarlo mai da avversario…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy