Sala stampa Atletico San Paolo-Padova, Parlato: “Vittoria meritata, ottima reazione.”

Sala stampa Atletico San Paolo-Padova, Parlato: “Vittoria meritata, ottima reazione.”

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Atletico San Paolo-Padova nel postpartita.

Parlato: Botte in campo? Durante i 90′ di amici non ce ne sono. Ognuno deve fare il proprio dovere per la propria squadra. Ho visto una partita maschia, dove nessuna della due squadre voleva perdere. Abbiamo preso gol sull’unica disattenzione che abbiamo concesso. Vittoria meritata sia per volume di gioco sia alla luce di molte occasioni mancate. Ottima reazione da parte della squadra, che ha mostrato grande voglia di ribaltare il match. Il turnover? Da noi sono tutti titolari. Ho fatto giocare chi ritenevo potesse darmi quella voglia di ottenere la qualificazione. L’importante è avere lo spirito che hanno mostrato oggi i ragazzi in campo. Cosa non mi è piaciuto? Nulla. I ragazzi hanno fatto quello che gli avevo chiesto. In certi frangenti ritardavamo a trovare il cross. Quando però l’abbiamo fatto in maniera veloce abbiamo creato qualche buona occasione. La cosa imprtante era comunque rispettare la competizione ed ottenere la qualificazione. Cesca? In base a come si svilupperà la sua posizione, ci muoveremo di conseguenza. Mi auguro che si concluda tutto per il meglio. In caso valuteremo il da farsi. Pittarello? E’ un ragazzo molto giovane che deve fare il suo percorso di crescita. Renderlo il vice-Ferretti sarebbe una reponsabilità troppo pesante per lui. Alternative a Cesca? Per rispetto verso di lui preferisco non parlarne. I giovani? Stasera hanno mostrato cose positive. Ma in una squadra di un certo livello bisogna saperli aspettare”.

Longhi: “E’ stata una partita combattuta, ma non mi è sembrata eccessivamente violenta. Sono contento dei miei ragazzi. L’unico rammarico che ho è rappresentato da quei dieci minuti di black out che ci sono costati il vantaggio. Da qui in avanti dovremo guardarci attorno per rinforzarci. Abbiamo bisogno di tre giocatori d’esperienza. Due in attacco e uno in difesa. Ne ho già parlato con la società. Abbiamo tanti giovani bravi, ma necessitiamo di esperienza. Stasera abbiamo messo in difficoltà una buonissima squadra. Cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno. I tifosi? Hanno sempre dimostrato di stimarmi. Sarò sempre riconoscente nei loro confronti. Mio figlio? Ha la possibilità di crescere con qualche vecchio che gli insegna il mestiere e di dimostrare il suo valore in Serie D, ma non dev’essere per nulla condizionato dalla carriera che ha fatto il padre. L’Euganeo? Al di là del pubblico, questo stadio ti fa emozionare nel giocare a calcio. Non sempre abbiamo la fortuna di giocare di fronte a tanta gente. Ma è bello comunque, a prescindere. E’ la nostra casa. Ed è bello giocarci”.

Segato: “Il mister prima della partita ci ha detto che ci tiene molto a questa competizione. Queste partite servono specialmente ai nuovi arrivati per amalgamarsi con il resto del gruppo. Ora abbiamo tre giorni per ricaricare le batterie in vista di Montebelluna. Ci aspetta un campo difficile ed una squadra giovane che corre e pressa per novanta minuti. Sarà una guerra. Il San Paolo? E’ una buona squadra. Sono convinto che potrà ben figurare nel suo girone”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy