Sala stampa Fontanafredda-Padova, Parlato: “Noi padroni del gioco, ma dovremo stare più attenti in superiorità  numerica”. E Tiboni scherza sulla bambola gonfiabile…

Sala stampa Fontanafredda-Padova, Parlato: “Noi padroni del gioco, ma dovremo stare più attenti in superiorità  numerica”. E Tiboni scherza sulla bambola gonfiabile…

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Fontanafredda-Padova nel postpartita:

Parlato: “Sono l’allenatore che ha vinto più partite iniziali? Fa piacere, ma se non daremo continuità ai risultati questo traguardo conterà poco. La squadra ha sbagliato troppi gol? Facile guardare le partite da fuori… Siamo tutti esseri umani. L’importante è che abbiamo avuto in mano il pallino del gioco per gran parte della gara. Non me la sento di criticare i ragazzi per cinque minuti nei quali ci siamo rilassati, non ho mai pensato di pareggiare la partita. Chi è subentrato a Segato e Ferretti ed anche coloro che inizialmente erano in panchina si sono fatti trovare pronti e subito in partita. Da oggi comunque i giocatori sanno che quando giocheremo contro un avversario in dieci uomini non bisogna assolutamente abbassare la guardia. Il 4-3-1-2? Cambiare modulo ci può dare elasticità, cerco di scegliere i sistemi di gioco in base alle caratteristiche dei miei ragazzi.”

Tiboni: “Buona vittoria, ma il campionato è ancora lungo. Il mio gol? E’ stato uno sfogo dopo i brutti periodi che ho vissuto. Nella mia corsa c’era la rabbia che avevo accumulato. Segnare aiuta sempre, in questo senso. Aspettavo da molto questa giornata, ma ho ancora tanto da fare a livello personale. Sono contento dell’affetto dei tifosi e che mi abbiano preso in simpatia. La bambola gonfiabile che mi hanno lanciato? Non sono permaloso, è caduta dall’alto, me la sono trovata in mano. E’ stata una cosa simpatica, magari la prossima volta me la porterò anche a casa! Le mie condizioni fisiche? Clinicamente sono a posto, ora sto cercando di trovare la condizione migliore perché non ho ancora i 90′ nelle gambe. La partita contro il Belluno? E’ una gara importante come tutte le altre, sarà dura, anche considerando che la scorsa settimana, contro il Mezzocorona, abbiamo vinto al 94′. Spero di continuare a segnare, qui sto bene e sono mentalmente sereno.”

Cunico: “Il mio rigore? Me la sono sentita di tirare ed è andata bene. Dopo aver sbagliato un penalty ogni volta la porta diventa sempre più piccola… Sono contento per il mio gol, e che sia arrivato su rigore. Se l’avessi sbagliato probabilmente avrei lo stesso tirato il successivo. Sì, oggi sono tornato sui miei livelli. Oggi abbiamo provato il 4-3-1-2, abbiamo una rosa ampia che ci permette di fare delle modifiche. Ho notato un ottimo impatto sulla partita da parte nostra, ma quando si è in superiorità numerica la concentrazione deve restare alta. Il Belluno? Prima di pensare a domenica prossima speriamo di riuscire a vincere a Fano.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy